San Vincenzo e Venturina – In Sicilia sulle terre confiscate alla mafia per un’ esperienza unica, offerta dalla sezione soci Coop di San Vincenzo – Venturina. Dal 16 al 22 settembre 12 posti disponibili, senza limite d’ età

La mattina presto tutti nei campi a cogliere uva e pomodori, segue pranzo in compagnia, pisolino (meritato) e nel pomeriggio visite ai luoghi simbolo della lotta alla mafia. E’ “Estate Liberi”, una settimana dal 16 al 22 settembre offerta dalla Sezione Soci Coop di San Vincenzo – Venturina a dodici persone, senza limiti di età. Destinazione San Giuseppe Jato (30 km da Palermo) sulle terre confiscate al mafioso Vito Brusca e gestite oggi dalle cooperative Placido Rizzotto e Pio La Torre del circuito Libera Terra: 400 ettari di vigne, pomodori, cereali, legumi e meloni.
Tra i luoghi di visita pomeridiana Portella della Ginestra, teatro della strage del 1° maggio 1947, e Cinisi, alla casa del giornalista Giuseppe Impastato assassinato da Cosa Nostra a soli 30 anni, nel 1978.
Vitto, alloggio e trasporti durante la durata del campo sono gratuiti. I dodici partecipanti dovranno sostenere solo le spese di viaggio andata e ritorno da Pisa a Palermo.
Per informazioni e iscrizioni: Sig. Enzo Chioini – tel. 335.5906524 – mail: enzochio@tin.it

Commenta: