Piombino – CRITICHE DI RIFONDAZIONE ALL’AMMINISRAZIONE COMUNALE

In un comunicato Rifondazione comunista muove critiche all’amministrazione comunale di Piombino. Fa presente per prima cosa la spesa di 391mila euro per organizzare feste, con 50mila euro per la luminaria e zero per la biblioteca. La critica poi va al cambiamento di ruolo della biblioteca che praticamente viene mortificata  senza più avere muoversi per favorire la lettura e l’integrazione fra i cittadini. Ma la critica più forte è per la delocalizzazione del SerD (reparto dove si assistono i drogati) che il sindaco definisce “un luogo che crea sempre disagi” perché frequentato da “persone che hanno oggettivamente dei problemi”. Ed allora deve essere allontanato dalla città creando qualche problema a chi si vuol disintossicare. Ed in questa situazione Rifondazione critica anche i cosiddetti “garanti della sinistra” e della “solidarietà” che tacendo diventano funzionali e servono la peggior destra.

Commenta: