Piombino – Coronavirus: Fiom, stop lavoro non necessario

L’acciaieria Jsw Steel di Piombino ha sospeso “le lavorazioni non strettamente necessarie” al fine di rispettare le linee guida nazionali sul Coronavirus: lo annuncia la Fiom-Cgil provinciale. “Il treno rotaie – spiega David Romagnani segretario della Fiom -Cgil di Livorno – è stato fermato. La ripartenza del treno a vergella è stata rinviata, il treno a barre è stato fermato, ma ripartirà in un paio di giorni. La decisione è stata quella di decongestionare i reparti: tutto ciò che può essere rimandato si rimanda, ciò che deve essere fatto perché abbiamo delle scadenze, invece si fa”. Rimarranno in esercizio il finimento del treno rotaie e i reparti di spedizione per rispettare gli ordini da inviare entro fine mese. “Per la giornata di oggi – continua Romagnani – è in programma la sanificazione e la pulizia dei luoghi di lavoro. Poi aspettiamo i dispositivi di protezione individuale, se in giornata arrivano le mascherine per coloro che non possono lavorare distanziati, domani riprendiamo, ma il principio resta la rarefazione del personale nei comparti”. Dispositivi di protezione anche per i dipendenti della Liberty Magona di Piombino. Lo stabilimento, spiega l’azienda, ha attivato lo smart working per gli amministrativi, ha sospeso i tirocini, mentre la produzione prosegue in maniera regolare con i circa 400 addetti dotati di mascherina e guanti.

Commenta: