Piombino – Coldiretti Livorno incontra il neo sindaco di Piombino Francesco Ferrari: «Piena sintonia e volontà di collaborazione»

8/8/19 – Coldiretti Livorno ha incontrato nei giorni scorsi il neo sindaco di Piombino Francesco Ferrari. Un primo momento di confronto fra il primo cittadino e gli agricoltori del territorio, ospiti dell’agriturismo Valle dei Venti di Matteo Serravalle, vice presidente di Coldiretti Livorno.
«Sui tanti temi affrontati c’è stata piena sintonia e volontà di collaborazione», dichiara il presidente di Coldiretti Livorno Simone Ferri Graziani. «Il primo punto riguarda il rilancio dell’agriturismo e degli agricamping, anche a fronte del tentativo in atto da parte della Regione di limitarne la crescita.
Ferma restando la competenza regionale, il sindaco ha auspicato una maggiore chiarezza e libertà di investimento nelle strutture glamping, in linea con l’evoluzione della domanda, orientata anche a format turistici più attraenti».
«Il secondo punto – aggiunge Ferri Graziani – sono le infrastrutture e la viabilità a servizio dell’agricoltura. A questo proposito il sindaco ha manifestato la volontà di verificare le possibilità sia tecniche che finanziarie per la ricostruzione del Ponte di Ferro, consapevole della sua importanza per la viabilità secondaria e rurale e anche per lo sviluppo turistico del territorio. Da parte nostra ribadiamo che occorrono risorse e sinergie per la ricostruzione del ponte; per questo chiediamo il coinvolgimento anche del Consorzio di Bonifica e la collaborazione fra Comune, Consorzio e Regione».
Sul tavolo si è poi discusso dei rifiuti e della discarica Rimateria: «Siamo rassicurati dal cambio di posizionamento dell’attuale maggioranza – commenta il presidente di Coldiretti Livorno – e siamo fiduciosi che si mantenga alta l’attenzione sulla vita residua della discarica, che a nostro avviso non deve essere ampliata».
Un punto fermo che fa il paio con la valorizzazione dei prodotti agricoli del territorio, con una strategia ad ampio raggio. Il sindaco di Piombino ha infatti firmato la petizione «Scegli l’Origine», con cui si chiede all’Ue di inserire l’obbligo di provenienza in etichetta.
«Si tratta di una petizione che consente di ricostruire la tracciabilità del prodotto, un’etichetta per sapere da quale territorio provenga, contro la contraffazione dei prodotti alimentari e a favore dei diritti dei consumatori. Un’iniziativa importante anche per valorizzare i prodotti del territorio».
Sul piano locale il sindaco ha accolto inoltre con interesse la possibilità di un mercato di “Campagna Amica” a Piombino, e di ricerca di uno spazio idoneo. «Sarebbe una grande opportunità sia per i produttori che per i consumatori locali», conclude Ferri Graziani, «dagli ortaggi al vino, dal pescatoalle cozze allevate nel nostro golfo, Piombino merita un mercato cittadino così».

Commenta: