Grosseto – Programma della seconda giornata di Grosseto dei lettori: sabato 26 giugno dalle ore 17 al Bastione Molino a vento.

ore 17 – IO LEGGO!
Monsieur Magritte (LibriVolanti) di e con LILITH MOSCON e FRANCESCO CHIACCHIO. Lettura interattiva. Per bambini e ragazzi da 5 a 11 anni

ore 17 – Il lavoro culturale della casa editrice EFFEQU
FABRIZIO ACANFORA – In altre parole; VERA GHENO – Femminili singolari; LUCA STARITA – Canone ambiguo

ore 17.30 – PAESAGGI LETTERARI
Passeggiata in collaborazione con L’associazione Clan
8 euro (prenotazione obbligatoria)

ore 18 – GIULIA BIGNAMI – La zattera astronomica (Baldini + Castoldi)
L’autrice dialogherà con Irene Blundo

ore 18.30 – MASSIMILIANO PARENTE e GIORGIO VALLORTIGARA – Lettere dalla fine del mondo (La Nave di Teseo). Gli autori dialogheranno con Giulia Bignami

Sabato 26 giugno torna l’appuntamento con Io Leggo! (ore 17), spazio dedicato ai bambini e ai ragazzi da 5 a 11 anni: al centro dell’incontro la lettura interattiva di Monsieur Magritte (LibriVolanti) di e con Lilith Moscon e Francesco Chiacchio. Fra le iniziative (ore 17) anche l’incontro dal titolo “Il lavoro culturale” della casa editrice Effequ: tre autori, tre libri pubblicati dalla casa editrice fiorentina. Fabrizio Acanfora e “In altre parole” (Effequ), un dizionario emotivo che ha lo scopo non di spiegare il significato letterale di alcuni termini, ma di mostrare le conseguenze che il linguaggio ha sulla visione della diversità. E ancora Vera Gheno e “Femminili singolari” (Effequ): nel libro la scrittrice affronta e smonta le convinzioni linguistiche degli italiani “rintracciandone l’inclinazione irrimediabilmente maschilista”. Per chiudere con Luca Starita e “Canone ambiguo” (Effequ), in cui l’autore si serve delle teorie queer per smascherare i lungamente velati silenzi di chi, attraverso i propri testi, e mai in modo esplicito, ha cercato di esprimere l’orientamento sessuale, la libertà di genere, o più semplicemente la possibile esistenza fuori dalla norma

Segue (ore 17.30) Paesaggi letterari: in programma una passeggiata nel centro cittadino in collaborazione con l’Associazione Clan

Sarà poi la volta di Giulia Bignami e il suo “La zattera astronomica” (ore 18), nei ricordi fantastici di una bambina cresciuta a fianco di un padre astrofisico, Giovanni Bignami. L’autrice dialogherà con Irene Blundo. A seguire (ore 18) saranno Massimiliano Parente e Giorgio Vallortigara e “Lettere dalla fine del mondo” (La Nave di Teseo), dove l’irriverente e disincantato stile di Parente si unisce allo sguardo limpido e pacato del neuroscienziato Vallortigara, arrivando a un dialogo pieno di ironia e di sottigliezze, capace di sollevare domande significative e, al tempo stesso, di lanciare inedite provocazioni al lettore.

Commenta: