Grosseto – “Notte visibile della cultura”: Fondazione Grosseto Cultura cerca volontari

Pubblicato il bando per selezionare personale disponibile a collaborare all’organizzazione dell’evento in programma sabato 21 settembre a Grosseto.
È aperto il bando per la selezione di personale volontario che collaborerà alla realizzazione della settima edizione dell’evento “Notte visibile della cultura 2019”, in programma a Grosseto sabato 21 settembre, dalle ore 17.30 fino a mezzanotte. Per partecipare occorre inviare, entro venerdì 13 settembre, una e-mail all’indirizzo concorsocedav@gmail.com, indicando nome e cognome, età, indirizzo di residenza e recapito telefonico. Fondazione Grosseto Cultura, ente co-organizzatore dell’evento insieme con il Comune di Grosseto, cerca dunque volontari motivati e disponibili, pronti a partecipare alla gestione dell’appuntamento. I volontari affiancheranno il personale della Fondazione e verranno impiegati nella sorveglianza degli spettacoli, al punto informazioni e Passaporto dell’arte e nell’apertura delle mostre, esercitando attività di controllo, coordinamento e collaborazione, senza essere in alcun modo responsabili per eventuali disservizi o danni ai beni o alle persone. Per perfezionare il coordinamento e comprendere al meglio il tipo di impegno richiesto durante la “Notte visibile della cultura 2019” verrà pianificata una riunione organizzativa (nei giorni a ridosso dell’evento, indicativamente il 17 settembre) per discutere nel dettaglio mansioni e compiti di ognuno. L’organizzazione della manifestazione prevede un programma di turni, in modo da garantire la copertura di ogni singolo evento. Quella del 21 settembre sarà una notte davvero speciale: presto sarà annunciato il programma ufficiale della serata, con tutti gli eventi. E per i volontari sarà un’occasione da non perdere per far parte a tutti gli effetti dell’organizzazione di un evento clou per la città e per entrare in contatto con gli artisti che daranno vita alle numerose performance che animeranno le vie del centro storico.

Commenta: