Follonica – Emas: rinnovata la registrazione per il Comune

Il Comune di Follonica, che ha ottenuto la registrazione Emas a partire dal 2005,  ha di nuovo ottenuto la registrazione, con scadenza nel 2024

Il Comune di Follonica ha ottenuto la certificazione Emas, acronimo di Eco-Management and Audit Scheme, uno strumento istituito dalla Comunità Europea al quale le organizzazioni aderiscono volontariamente al fine di valutare e migliorare le proprie prestazioni ambientali, segnalando in questo modo informazioni sulle proprie politiche di gestione ambientale.Questo riconoscimento viene conferito a quei soggetti che, oltre a rispettare gli obblighi di legge, utilizzano le risorse in maniera efficiente, riducendo progressivamente i propri consumi di acqua, energia, materie prime e la produzione di rifiuti e di emissioni. Inoltre fondamentali risultano le iniziative di coinvolgimento e sensibilizzazione.
L’obiettivo di Emas è promuovere miglioramenti continui delle prestazioni ambientali delle organizzazioni, mediante l’introduzione e l’attuazione di un sistema di gestione ambientale e la comunicazione costante sulle politiche e sulle prestazioni ambientali.
«L’amministrazione comunale di Follonica ha numerosi canali per valutare e migliorare le sue politiche in materia di tutela del territorio e dell’ambiente – spiega l’assessora all’ambiente Mirjam Giorgieri – dalla pianificazione urbanistica alla promozione della mobilità sostenibile fino alla gestione della raccolta differenziata dei rifiuti. Inoltre il Comune di Follonica è attento a rispettare regolamenti e normative che limitano l’impatto sull’ambiente ed è per questo che ha ottenuto anche quest’anno, fino al 2024, la certificazione Emas. L’obiettivo è stato raggiunto grazie all’impegno dei dipendenti comunali che ringrazio per il lavoro svolto».
Il Comune di Follonica è ormai da anni impegnato nella riduzione dell’impatto inquinante della città attraverso azioni concrete come la rimodulazione del servizio di raccolta dei rifiuti urbani, la promozione della sostenibilità e dell’educazione ambientale, sottoscrizione del Patto dei Sindaci, dichiarazione dello Stato di Emergenza Climatica, l’efficientamento della pubblica illuminazione e la pubblicazione dell’ordinanza “plastic free” che vieta l’utilizzo della plastica monouso nei parchi e sulle spiagge.Questo impegno ha portato l’Amministrazione ad avere importanti riconoscimenti che costituiscono elemento di eccellenza e motivo di continuo stimolo al miglioramento come la Bandiera Blu (dal 2000) rilasciata da FEE per la qualità delle spiagge e dei servizi ad esse collegati, le 5 Vele Legambiente e Touring Club per la qualità dei servizi turistici sostenibili, la Bandiera Verde assegnata dall’associazione Nazionale dei Pediatri Italiani alle spiagge a misura di bambini e bambine e la bandiera Gialla di Comune Ciclabile assegnata da Fiab dal 2018 ai comuni che promuovano la ciclabilità e la mobilità dolce.
Adesso, tramite l’adozione dell’Agenda 2030 – il nuovo quadro di riferimento globale per l’impegno nazionale e internazionale teso a trovare soluzioni comuni alle grandi sfide del pianeta, quali l’estrema povertà, i cambiamenti climatici, il degrado dell’ambiente e le crisi sanitarie – il Comune concederà il patrocinio solo a quegli eventi che rispetteranno gli obiettivi dell’Agenda stessa.

Commenta: