Piombino – Sei squadre per il Premio LiberAmente in ricordo di Matilde. Al via la sesta edizione del gioco a quiz organizzato dal Liceo Carducci

Si terrà sabato 9 febbraio la sesta edizione del premio Premio Matilde Minichino – LIBERA MENTE, il gioco a squadre per classi di studenti del triennio delle superiori, che si confrontano sulla conoscenza di un testo letterario. L’appuntamento sarà alle ore 9:30 presso la palestra IPC Ceccherelli di Piombino per tutta la mattina.
Il progetto nasce dalla volontà dei compagni di classe di ricordare Matilde Minichino, studentessa del liceo classico di Piombino prematuramente scomparsa nel 2013, attraverso una delle sue più grandi passioni, la lettura.
Il libro scelto per questa nuova edizione è “Grandi Speranze ” di Charles Dickens. Alla squadra vincitrice verrà assegnato un buono acquisto libri del valore di € 500,00 offerto dal Soroptimist International Club di Piombino.
L’iniziativa, promossa dall’Isis “Carducci Pacinotti Volta” con il patrocinio del Comune di Piombino e il sostegno di Soroptimist, costituisce per i ragazzi un approccio piacevole e non tradizionale al libro, del quale scoprono così una dimensione nuova, come luogo di confronto con gli altri, di gioco, e non solo di studio. Il premio prevede una serie di prove incentrate sul libro scelto, che varia di anno in anno, con sfide di vario tipo che li mettono alla prova in vari ambiti e settori.
Gli obiettivi dell’iniziativa sono ben descritti nel blog dell’ ISIS Carducci Pacinotti Volta si legge: “. . .Partecipare a un premio di questo genere significa dimostrare amore per la lettura, passione per la cultura, voglia di vivere i libri con gioia ed entusiasmo, senza pedanteria, con il sorriso sulle labbra ma, allo stesso tempo, con grande rispetto. E perché così era anche Matilde. È importante ricordare che dietro a questa iniziativa c’è lei, ci sono i suoi genitori, c’è il loro dolore che si trasforma in dono, c’è la memoria e l’amicizia, c’è l’affetto dei suoi compagni e dei suoi professori, un affetto che non viene meno nonostante il tempo che passa. Proprio per questo è commovente che nel nome di Matilde si ritrovino ragazzi che non l’hanno conosciuta ma che condividono con lei lo stesso amore, lo stesso impegno, la stessa felicità che si nasconde nel gesto di aprire un libro e di tuffarsi nella lettura: un ideale passaggio di testimone, una scintilla che non si spegne. … Questa è la scuola che ci piace: una scuola che mantiene saldo il legame con la propria storia ma che guarda al futuro, con speranza e un pizzico di umorismo. Una scuola che … «Libera la Mente», appunto.”.
La sfida sarà tra le seguenti sei squadre delle scuole superiori di Piombino e di Follonica, ognuna delle quali composta da 5 ragazzi: “I malavoglia ”; “Les Mésanges”; “Speriamounbene”, “Le guide turistiche”, “Le azalee” e i “Cambiorotta”.
Nel corso della mattinata sono previste otto prove: “il gioco dell’oca” con domande a quiz; “Indovina l’autore” (gara di preparazione sull’autore); blob film (gara di cinema); l’incipit (gara di scrittura creativa); blob musicale (gara di musica); il gioco dei mimi (per indovinare alcune parti del libro); la relazione sbagliata (gara di letteratura); “Una giornata particolare”.

Commenta: