Piombino – CENTRI ESTIVI: DAL COMUNE UN CONTRIBUTO ALLE FAMIGLIE

Il Comune di Piombino ha stanziato 70 mila euro come contributo alle famiglie per la frequenza dei figli ai centri estivi: la somma si tradurrà in 50 euro in meno a settimana per la frequenza dei servizi educativi estivi (0-3 anni) e di 25 euro per i bambini e i ragazzi dai 3 ai 18 anni.

“Abbiamo voluto offrire uno strumento di recupero della socialità – ha detto l’assessore all’Istruzione e Servizi educativi Simona Cresci – e della mobilità dei nostri bambini e ragazzi che hanno subito, anche quest’anno, le restrizioni dovute all’emergenza Covid. Con questo contributo abbiamo pertanto deciso di sostenere e promuovere la frequenza dei centri estivi, dove bambini e adolescenti potranno cimentarsi in attività ludiche e ricreative. Si tratta di una scelta di continuità educativa e supporto ai nuclei familiari, in linea con il sostegno che forniamo durante l’anno alle famiglie con il contributo all’iscrizione ai nidi”.

I 70 mila euro stanziati per il progetto saranno erogati tramite i centri estivi e servizi educativi che abbiano sottoscritto la convenzione con il Comune e che siano in possesso dei requisiti di idoneità attraverso uno sconto applicato direttamente sulla retta.
Le quote che fossero già state anticipate saranno conguagliate nei pagamenti successivi, oppure erogate direttamente alle famiglie nel caso in cui la frequenza non continui.

Commenta: