Follonica – LA DISEDUCAZIONE DI CAMERON POST: 10 dicembre ore 21 al Cinema Astra

La Commissione Pari Opportunità del Comune di Follonica invita a partecipare alla proiezione del film La Diseducazione di Cameron Post, un film di Desiree Akhavan, per riflettere ancora una volta sulle discriminazioni di orientamento sessuale e identità di genere – Ingresso gratuito.
La Commissione Pari Opportunità del Comune di Follonica, nell’ambito del progetto RE.A.DY, la Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere per favorire l’inclusione sociale di cittadini e delle cittadine LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali/transgender), ha organizzato la proiezione ad ingresso gratuito del film La Diseducazione di Cameron Post di Desiree Akhavan per lunedì 10 dicembre alle ore 21 al cinema Astra.
E’ la storia della giovane Cameron Post che viene sorpresa a baciarsi con una ragazza durante il ballo della scuola; siamo in una cittadina del Montana nel 1993 e la giovane Cameron viene spedita in un centro religioso per essere ‘guarita’ dall’omosessualità.
Insofferente alla disciplina e ai dubbi metodi del centro, Cameron stringe amicizia con altri ragazzi, finendo per creare una piccola e variopinta comunità capace di riaffermare con orgoglio la propria identità.
Lunedì sera alla proiezione del film sarà presente Marco Buzzetti in rappresentanza di A.GE.D.O., l’assoociazione costituita da genitori, parenti e amici di uomini e donne omosessuali, bisessuali e transessuali che si impegnano per l’affermazione dei loro diritti civili e per l’affermazione del diritto alla identità personale.
“Di fronte alla storia del film – dichiara l’Assessora Mirjam Giorgieri – dove l’omosessualità viene vista come qualcosa da curare alla stregua delle dipendenze da droghe o alcool, la presenza in sala di una persona come Marco Bozzetti è fondamentale per aiutare tutti i genitori che hanno saputo dell’omosessualità della propria figlia o figlio e ne soffrono perché per loro è difficile comprendere e accettare”
“Condividere un disagio – conclude la Giorgieri – è il primo passo per accettare e superare ciò che in un primo momento può sembrare inaccettabile, e anche guardare insieme un film come questo è un passo per capire e contrastare qualsiasi discriminazione basata sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere”.

Commenta: