Toscana – RIFIUTI, SALE DI QUASI 3 PUNTI LA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IN TOSCANA SI ATTESTA AL 53,9%

[adrotate banner=”6″]

E’ salita di quasi 3 punti sul 2016 la percentuale di raccolta differenziata in Toscana nel 2017. E’ calata la produzione di rifiuti non differenziati e si è sbloccata la stagnazione della differenziata dell’Ato Sud. Questi gli elementi positivi emersi dall’esame delle raccolte differenziate riferiti al 2017. Nel dettaglio, la percentuale della raccolta differenziata a scala regionale si attesta al 53,9% con un incremento di 2,9 punti rispetto al 2016. La produzione di rifiuti urbani è stata di 2,24 milioni di tonnellate, in diminuzione del 2,9% sull’anno precedente (-67.000 tonnellate) con il dato pro capite che è passato da 617 a 600 kg/abitante. Molto positiva la sostanziale diminuzione di 98.000 t, della parte non differenziata dei rifiuti. I risultati migliori sono stati quelli di ATO Toscana Centro (Città Metropolitana di Firenze e province di Pistoia e Prato) e di ATO Toscana Costa (province di Livorno – esclusi i comuni della Val di Cornia – Lucca, Massa e Pisa) entrambi al 58,7%. L’ATO Toscana Sud (province di Arezzo, Grosseto, Siena e comuni della Val di Cornia) si attesta al 39,4% con un aumento di 1,2 punti sul 2016. Nessuno degli ATO ha superato l’obiettivo del 65% di differenziata, stabilito dalla norma nazionale per il 2012.

Commenta: