SUVERETO. L’ASSESSORE MAGNANI SCRIVE A TIEMME: SERVIZIO CARO E MEZZI NON ADEGUATI

Con l’inizio della scuola i ragazzi e le famiglie della Val di Cornia si son trovati di fronte ad una
novità, il cambio di regole sul costo dell’acquisto del biglietto, con l’eliminazione dell’abbonamento
scolastico, per cui per il mese di settembre nonostante i ragazzi abbiano dovuto frequentare solo
due settimane di scuola hanno dovuto pagare il costo del trasporto per l’intero mese, in quanto il
biglietto giornaliero di 7 euro sarebbe stato ancora più svantaggioso.
L’assessore Magnani allora ha scritto a Tiemme per rappresentare il disagio e chiedere all’azienda
di fare un passo indietro e ripensare all’introduzione dell’abbonamento settimanale, utile in molte
situazioni. Con l’occasione l’assessore ha focalizzato l’attenzione anche su altre problematiche:
“Molto spesso capita – scrive la Magnani a Tiemme – che non essendoci sufficienti mezzi a
disposizione, i ragazzi non possano salire sul primo autobus disponibile , ma debbano rimanere a
Piombino fino alla partenza del successivo; quando poi riescono a partire in orario si trovano di
sovente a viaggiare su pullman che normalmente sono utilizzati per il trasporto urbano e quindi con
misure di sicurezza al limite della legge, o con mezzi vetusti.
Anche su questo aspetto chiedo all’azienda maggiore attenzione e uno sforzo nel mantenere più
alto il livello della qualità del trasporto, al fine di garantire un diritto allo studio dignitoso ”

Commenta: