SCARLINO – Riconfermata località costiera da 5 Vele

Anche per l’anno 2018 il Comune di Scarlino è premiato con il massimo riconoscimento assegnato a livello di comprensorio.
Maremma Toscana di cui fa parte unitamente ai comuni di Castiglione della Pescaia, Follonica e Grosseto – Marina di Grosseto
Scarlino vede riconfermate anche per il 2018 le 5 vele assegnate da Legambiente e Touring Club Italiano quale simbolo di merito per la sensibilità e la tutela ambientale riconosciuto a livello nazionale.
“Essere parte del Comprensorio Maremma Toscana premiato con il massimo riconoscimento delle 5 vele e quindi segnalato come ambito costiero tra i più puliti e meritevoli di essere visitati, terzo in classifica in ambito nazionale per il mare più bello d’Italia“ afferma il Sindaco Stella a cui il 15 Giugno scorso è stata consegnata a Roma assieme agli altri Sindaci la bandiera con le 5 vele “rappresenta per Scarlino un’importante opportunità di promozione turistica ed economica ed è senza dubbio motivo di grande orgoglio perchè vede riconosciuta la qualità delle acque di balneazione e delle spiagge, l’offerta di strutture ricettive e di luoghi di interesse storico-culturale verso i quali, per l’ Amministrazione, è prioritario mantenere alta l’attenzione per garantire il mantenimento dei parametri necessari, la sostenibilità ambientale e turistica nonchè la vivibilità ed il rispetto del territorio e del paesaggio”.
”La riconferma per il 2018 delle 5 vele“ continua Stella ”è un importante risultato che, unitamente a tutta una serie di altri riconoscimenti in tema di sviluppo sostenibile e tutela per la biodiversità quali la Registrazione EMAS e l‘adesione al Santuario PELAGOS, ci spingerà a perseverare nell‘ impegno che l‘Amministrazione Comunale persegue da tempo per la valorizzazione del nostro territorio che spesso, ed a volte impropriamente, è stato al centro dell’attenzione per le note questioni ambientali rispetto alle quali continueremo a lavorare per far convivere tutte le realtà presenti nel rispetto della compatibilità con l’ambiente“.

Commenta: