Santa Fiora – LE VITTIME DEL BOMBARDAMENTO DEL ’44 E I MARTIRI DI NICCIOLETA

Due eventi distanti pochi giorni, che nell’anno 1944 hanno segnato la storia e la memoria di Santa Fiora: il bombardamento del 12 giugno che portò alla perdita di 24 persone e la strage di Niccioleta con 83 operai trucidati dai nazifascisti.
Il bombardamento fa parte di quei tragici episodi che interessarono la provincia di Grosseto distruggendo case e mietendo vittime innocenti. Gli aerei alleati colpirono Santa Fiora, Pitigliano e Grosseto per indebolire le truppe tedesche in ritirata. A Santa Fiora l’obiettivo era il comando tedesco, con Kesserling, comandante in capo delle truppe.
Niccioleta è invece una frazione di Massa Marittima, lontana da Santa Fiora. Il bisogno del lavoro, nel 1944, aveva portato molte persone dell’Amiata a ricercarlo nelle miniere di pirite delle colline metallifere. Nella notte tra il 12 e il 13 giugno 1944 un battaglione di SS italiane e tedesche circondarono il villaggio e arrestarono 150 persone. Una parte furono subito rilasciate, 6 minatori vennero fucilati sul posto e 77 furono uccisi nel pomeriggio del 14 in una cava di Castelnuovo Val di Cecina. In tutto 83 morti.

Commenta: