SAN VINCENZO – BALNEABILITÀ SOSPESA DOPO IL FORTUNALE DEL 13 GIUGNO

Il comune di San Vincenzo e l’azienda Asa ci scrivono: Sull’evento eccezionale verificatosi nel giugno 2018 e che ha sovraccaricato il sistema di fognatura, tra cui anche la fognatura delle acque meteoriche di Via Elba, l’Azienda Asa ed il Comune, a dimostrazione del loro impegno e della massima trasparenza hanno fornito chiarimenti. La rete fognaria di San Vincenzo è stata costruita perché nella fognatura nera non vi confluiscano mai acque di pioggia. Purtroppo questo non avviene in alcune zone e questo è la causa di quanto accaduto.
Le piogge intense di mercoledì 13 (circa 30 mm di pioggia totale nei due scrosci della notte e del primo pomeriggio), hanno comportato un importante impegno idraulico del sistema delle reti e dei sollevamenti fognari, che sono sottoposti ad un carico di funzionamento che aumenta sensibilmente proprio durante i fenomeni di forte intensità, a causa dell’ingresso improprio delle acque meteoriche nella fognatura nera. A questo si aggiungono gli sbalzi di fornitura elettrica che hanno fatto il resto con il rientro alla normalità solo nel pomeriggio della giornata del 13.
Pertanto nel dubbio che i parametri di balneabilità avessero subito alterazioni batteriologiche alle foci del Botro ai Marmi, del Fosso delle Prigioni e del Renaione, è stata emanata dal Sindaco un’ordinanza preventiva di divieto di balneazione.

Commenta: