Rosignano Marittimo – TARI SU ABITAZIONI DEI COLTIVATORI DIRETTI. IL CONFRONTO TRA ASSOCIAZIONI E COMUNE

Recentemente c’è stato un confronto tra il Comune di Rosignano Marittimo e le associazioni agricole sulla TARI (Tassa Rifiuti) per le abitazioni dei coltivatori diretti ed imprenditori agricoli. Con l’entrata in vigore della TARI, il comune di Rosignano Marittimo ha esteso l’obbligo di pagamento della tassa sui rifiuti anche ai coltivatori diretti, pensionati ex agricoltori e coadiuvanti familiari. Le associazioni agricole non hanno obiettato sull’imposizione ai soggetti agricoli, bensì i modi e i tempi con cui sono stata gestita. Subito hanno evidenziato che l’introduzione dell’imposizione, nell’anno 2014, con deliberazione retroattiva ma conosciuta solo a giugno 2015, a pochi giorni dalla scadenza del 30 giugno avrebbe causato dei problemi come sanzioni ed interessi. Considerato il rapporto collaborativo che ha sempre contraddistinto il confronto con l’Amministrazione Comunale, le Associazioni agricole auspicano un ripensamento alla rigidità, ad oggi prevalente, nel prendere in esame legittime ragioni.

Commenta: