Piombino – Venduti gli ex licei a un’impresa di Firenze In corso gli approfondimenti di rito per arrivare all’aggiudicazione definitiva

L’amministrazione comunale ha venduto tramite bando pubblico il complesso immobiliare degli ex licei di via Cavour all’impresa G.S.G di Firenze, un’immobiliare che ha presentato un’offerta economica di 947.000 euro. Il valore a base d’asta per tutto il complesso, formato dal vecchio liceo scientifico di 588 mq e dall’ex liceo classico di 1645 mq, era di 946.642 euro.
Dopo vari bandi disattesi e un percorso iniziato nel 2009 (gli ex licei sono dismessi dal 1998) questa volta il bando, scaduto il 31 maggio scorso, è andato a buon fine, anche se per il momento si parla di aggiudicazione provvisoria in attesa di completare tutte le verifiche di rito sulla veridicità delle dichiarazioni presentate.
“Si è finalmente sbloccata una situazione in stallo da ormai troppo tempo – ha commentato l’assessore alle finanze Ilvio Camberini – si tratta infatti di una vendita di interesse strategico per l’amministrazione, per le possibilità che apre dal punto di vista urbanistico, con la riqualificazione dell’area di piazza dei Grani e per l’utilizzo dei proventi della vendita a favore di progetti in programma che saranno definiti a breve.”
Per il complesso edilizio, ubicato nel centro storico di Piombino, le destinazioni d’uso sono plurime, come previsto dal Regolamento urbanistico, con funzioni di tipo residenziale, direzionale, turistico-ricettiva e commerciale per il piano terreno.
Rispetto al passato, una variante al Regolamento Urbanistico ha consentito di rimuovere l’obbligo, previsto inizialmente, di demolizione dell’edificio dell’ex liceo classico per la sua ricostruzione. Con questa modifica adesso chi compra l’edificio può effettuare una ristrutturazione, considerata possibile a seguito dei sopralluoghi e delle verifiche tecniche effettuate.
Secondo il bando, l’impresa aggiudicatrice potrà entrare in possesso dell’ex liceo scientifico alla firma del contratto definitivo di compravendita, essendo questo edificio già libero. Anche il 1° e il 2° piano dell’ex liceo classico potranno essere consegnati alla firma del contratto, mentre il pianterreno, ancora occupato dalla biblioteca comunale, sarà reso libero dall’amministrazione comunale entro il 31 dicembre 2018.
A garanzia dell’offerta e della sottoscrizione del contratto, dovrà essere versata una cauzione per un importo del 2% del valore a base d’asta, pari a 18.933 euro.

Commenta: