Piombino – ULTIME BATTUTE PER L’ACQUISIZIONE DA PARTE DI JINDAL

Dovrebbe rendersi concreto nel giro di un paio di settimane la tanta attesa firma dell’accordo che porterà la società indiana Jindal alla rilevazione del “centro siderurgico di Piombino”. Questa denominazione è sempre stata quella di cui si fregiava in origine il complesso siderurgico piombinese che, negli anni, partendo dall’Ilva e poi Italsider, Acciaierie, Deltasider (sempre in mano pubblica), è poi finita nelle mani private principalmente Lucchini per successivamente vivere periodi strani con i russi e ultimamente gli algerini. E’ vero che la dizione centro siderurgico presuppone il ciclo integrale che, molto probabilmente, non si dovrebbe realizzare nel periodo che lo stabilimento si appresta a vivere. Un aspetto che, eliminando come appare probabile la cokeria e l’altoforno dovrebbero venir meno molti aspetti ambientali negativi.
L’ultimo atto ha comportato in pratica dei chiarimenti necessari tra i siderurgici indiani ed il gruppo algerini e la chiusura dei rapporti con Cevital-Rebrab. Rimarrà per un paio di anni il controllo di Nardi su tutta la questione ma Jindal ha ormai la strada spianata per concludere l’operazione.

Commenta: