Piombino – Sicurezza balneare. Incontro in sala consiliare con i bagnini della Costa Est

All’avvio della stagione balneare, sono stati ricevuti questa mattina nella sala consiliare del palazzo comunale gli assistenti bagnanti della Costa Est per incontro di formazione/informazione. Presenti all’incontro una ventina dei bagnini che durante l’estate presidieranno la sicurezza nel tratto di costa certificata Bandiera Blu, con 31 torrette sulla spiaggia e due postazioni di osservazione a mare sui gonfiabili. Trentatre bagnini in tutto dunque, ai quali potrebbero aggiungersi anche altri due bagnini dei Punti Blu che il Comune dovrebbe assegnare nei prossimi giorni.
A ricevere i bagnini opportunamente formati con i corsi specifici previsti, il sindaco Massimo Giuliani, il luogotenente dell’Ufficio circondariale marittimo Giuseppe Di Mauro, il presidente del Consorzio balneari Fabrizio Lotti, il presidente della Parchi Val di Cornia Francesco Ghizzani.
“Il piano collettivo di salvamento è frutto di un importante lavoro di rete che viene svolto ogni anno tra Comune, Confesercenti, Consorzio Costa Est, Parchi, Capitanieria – ha detto il sindaco – ed è stato riconosciuto come uno dei migliori progetti per la sicurezza a livello nazionale. Siamo orgogliosi di questo che rappresenta un valore aggiunto importante per un territorio vocato al turismo, dove il mare rappresenta una grande ricchezza da valorizzare il più possibile”.
Nell’augurare buon lavoro ai bagnini, il sindaco ha evidenziato l’importanza della figura dell’asisstente bagnante per il controllo della sicurezza e non solo: “Sarete anche il volto della costa – ha detto il sindaco – per questo è molto importante che sappiate accogliere i turisti con professionalità e con gentilezza.”
Anche il presidente del Consorzio balneari, Fabrizio Lotti, ha ricordato il percorso per la realizzazione del Piano collettivo di salvamento avviato nel 2007 che ha portato in questi 11 anni a una crescita enorme del progetto e dei servizi, tanto che anche San Vincenzo ha chiesto di avvalersi del Consorzio Balneari per iniziare un progetto simile.

Commenta: