Piombino – ROSSI: SU ACCORDO DI PROGRAMMA DI PIOMBINO CHIAMA IN CAUSA ANAS E AUTORITÀ PORTUALE

[adrotate banner=”6″]

Il presidente della regione Rossi chiama in causa Anas e l’Autorità portuale dicendo: “Dobbiamo far sì che i 300 milioni che la Regione ha investito sul porto di Piombino siano produttivi. Per questo va realizzata la 398, che è di competenza di Anas e occorre che l’Autorità portuale dia risposte sulla viabilità alternativa che si deve realizzare. Altrimenti né Pim né General electric avranno collegamenti agevoli con le banchine. General elettric conferma il suo investimento su Piombino, ma ora spetta all’Autorità portuale allestire i servizi in banchina per garantire l’attrattività del porto. Se non si predispone un’alternativa alla 398 gli investimenti fatti perderanno di valore”. Rossi ha invitato il Comune di Piombino ad organizzare un incontro per redigere un documento che metta tutti d’accordo sui rispettivi compiti e che sia firmato congiuntamente. Nel frattempo saranno firmati a Piombino due protocolli di intesa per definire le ultime fasi dello insediamento nel porto di BHGE e di PIM che hanno cronoprogrammi definiti. Per la 398 Rossi chiederà al nuovo amministratore delegato di Anas tempi e certezze per la sua completa realizzazione.

Commenta: