Piombino – Ore delicate per lo stabilimento: A BREVE ACQUISIZIONE DELLO STABILIMENTO E RIPRESA DELLA PRODUZIONE CON I LAMINATOI

Dovrebbe (o forse è meglio dire potrebbe) concludersi in queste ore l’operazione per sancire in via definitiva il passaggio del complesso siderurgico piombinese da Aferpi all’indiana Jindal. Usiamo questo condizionale perché il fatto che Jindal potrebbe anche essere rimessa in corsa per l’assegnazione di Taranto (operazione non ancora ben definita), potrebbe far subire alla anche alla questione Piombino un rallentamento.
Mentre da un lato ci si muove per sancire il passaggio legale dello stabilimento, dall’altro si lavora in altra sede quella ministeriale dove si tratterà per definire, sempre meglio, l’accordo di programma, un punto fermo dopodiché si potrà parlare di progetti futuri. In particolare il riferimento più immediato è quello della ripartenza dei laminatoi soprattutto quello per le rotaie. L’intento è quello di farsi trovare pronti quando arriverà la richiesta che ferrovie lanceranno sul mercato. Questo impone che sarà necessario farsi trovare pronti a dare risposte immediate anche dopo il lungo periodo di fermo che l’impianto ha dovuto attuare.

Commenta: