Piombino – Jindal: MODERATO OTTIMISMO DI FERRINI PER IL NUOVO ACCORDO: OCCUPAZIONE, BONIFICHE, ACQUE.

Il vicesindaco Ferrini fa il punto sul nuovo accordo con Jindal e commenta: “Per l’occupazione, c’è l’impegno a mantenere tutti i dipendenti con i migliori ammortizzatori per il miglior trattamento possibile. Questo implica un confronto con il ministero del Lavoro, ma nell’accordo di Programma c’è un impegno preciso. Un altro impegno prevede lo smantellamento con le imprese locali, a partire dal 2019. Questo farà ripartire il lavoro delle aziende sul territorio. Come Comune – dice Ferrini – abbiamo confermato la scelta urbanistica di allontanamento della fabbrica dalla città secondo la Variante Aferpi.”
Raggiunto un accordo sulle bonifiche, per cui se durante gli smantellamenti, fossero rinvenuti materiali inquinanti (di cui l’azienda non è responsabile), la stessa pur essendo obbligata ad occuparsi della bonifica, potrà essere affiancata in un tavolo per affrontare il problema in maniera congiunta. Per trattare le acque di falda inquinate, l’impianto che sarà realizzato da JSW utilizzerà le acque per i propri usi industriali.
Ferrini conclude: “E’ stato trovato un punto di equilibrio che ha consentito a JSW di confermare il suo piano industriale. E’ un punto di equilibrio sul quale esprimiamo un moderato ottimismo con molte garanzie nell’accordo. Avremmo preferito che lo studio per i forni elettrici avvenisse nei primi 6 mesi e non in 18. Ma le risorse pubbliche sono legate alla realizzazione dei forni”.

Commenta: