Piombino – Iniziato il trasferimento dei cani nel nuovo canile di Montegemoli

Sono 15 i cani che questa mattina sono stati trasferiti nella struttura i cui lavori si sono conclusi recentemente con l’accreditamento alla Asl. Si tratta dei cani che erano ancora presenti al canile dei Macelli e di quelli che erano stati affidati a privati in affido provvisorio. Entro la settimana è previsto il trasferimento di tutti gli altri cani che nell’ultimo anno sono stati ospiti della struttura di Campagnatico (19 in tutto).
All’apertura ufficiale del canile erano presenti il sindaco Massimo Giuliani, l’assessore ai lavori pubblici Claudio Capuano, i tecnici del servizio ambiente e lavori pubblici del Comune, Stefano Vivarelli, Marianna Alagna, Rosalba Casula e Luca Cavazzuti, i volontari dell’Enpa.
Il canile comprende 46 box di 2 metri per 4, con porte che mettono in comunicazione gruppi di quattro cani alla volta, con tanto di accesso comune all’area di sgambatura. Ogni piccolo branco ha a disposizione 64 metri quadrati, metà dei quali coperti. Le gabbie sono coibentate per proteggere dal caldo e dal freddo e l’area di sgambatura è provvista di teli ombreggianti. Le gabbie hanno al loro interno cucce per ciascun ospite e chiusure doppie che possono essere aperte sia dall’interno che dall’esterno. Già allestito anche l’ambulatorio provvisto di un nuovo tavolo operatorio realizzato grazie ai proventi dello spettacolo teatrale curato da EmmePi3 e donato al canile da ENPA, AVIS e Pubblica Assistenza.
«Un’area che abbiamo triplicato rispetto alla normativa – ha spiegato Alagna – e box con copertura fonoisolante e pannelli in lana di roccia anche laterali».
Rimane da completare l’area a verde, con siepi ed alberature (previste 30 piante di platano più siepi e inerbimento) e l’impianto di irrigazione. Per questi interventi distinti sono state effettuate delle gare che hanno assegnato i lavori relativi al verde alla Cooperativa giovanile di lavoro, per 10.000 euro circa e all’azienda Termosolare sns di Piombino per quanto riguarda l’impianto di irrigazione, per altri 10.000 euro. I lavori saranno effettuati il prima possibile per consentire di creare un ambiente il più possibile ombreggiato e godibili dagli animali.
“Si tratta di una struttura all’altezza delle necessità degli animali e dei volontari che ci lavorano, che con il tempo potrà essere migliorata a seconda delle necessità – ha spiegato Capuano – Partiamo intanto con le strutture necessarie che rispondono alle immediate esigenze ma, anche grazie al contributo delle associazioni e dei soggetti che vorranno collaborare con noi, siamo certi che potremo far molto per il benessere di questi animali.”
Anche il sindaco Giuliani, che ha accompagnato i primi cani nella struttura, esprime soddisfazione “E’ una bellissima giornata perché dopo mesi trascorsi in altra struttura oggi possiamo accogliere nuovamente i nostri amici a quattro zampe nel nuovo canile, in una struttura funzionale ed adatta alle esigenze degli animali. E’ stato fatto un gran lavoro da parte dell’assessore Capuano, dei tecnici del Comune e dei volontari dell’ENPA: le gabbie offrono adeguato riparo dal caldo e dal freddo e, mentre si sta concludendo la messa a punto dell’area di sgambatura, tutte le postazioni sono provviste di aree di sgambatura comuni ombreggiate. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di quest’opera e tutti i soggetti locali che hanno mantenuto alta l’attenzione sulla creazione di questa nuova struttura”.

Commenta: