Piombino – In arrivo finanziamenti regionali per nuovi servizi educativi

[adrotate banner=”6″]

Potenziamento dei servizi educativi per bambini dai 3 ai 36 mesi. Attraverso la partecipazione all’avviso pubblico emesso a luglio dalla Regione Toscana, il Comune di Piombino ha ottenuto 63.816 euro di contributo per l’anno educativo 2018/2019, destinati a migliorare e ampliare i servizi per bambini in questa fascia d’età.
Il finanziamento del POR “FSE” 2014-2020 (Programma Operativo Regionale del Fondo Sociale Europeo), approvato dalla Commissione Europea, ha come obiettivo la crescita, l’occupazione e il futuro dei giovani. In particolare questo contributo vuole investire sulla prima infanzia, coerentemente con la Raccomandazione della Commissione Europea “Investire nell’infanzia per rompere il circolo vizioso dello svantaggio sociale”, favorendo anche la partecipazione dei genitori, ed in particolare delle donne, al mercato del lavoro.
L’assessore alla politiche sociali e istruzione Margherita Di Giorgi, in continuità con la progettualità 2017/2018, si propone di consolidare e ampliare le opportunità di offerta dei servizi educativi, in particolare attraverso il sostegno alla domanda crescente di servizi integrativi flessibili e di qualità. Il progetto è quindi finalizzato a favorire la diffusione e l’iscrizione allo Spazio Gioco Educativo, servizio comunale a gestione indiretta, in qualità di polo educativo a frequenza diversificata e flessibile. Inoltre le attività di promozione saranno finalizzate ad incentivare l’iscrizione dei bambini appartenenti alle famiglie delle fasce sociali più deboli, approntando una progettualità inclusiva e di massima accoglienza. Obiettivo che sta molto a cuore all’amministrazione comunale, che sostiene da anni politiche di sostegno alla frequenza di un numero sempre più alto di bambini ai servizi educativi, in un’ottica di “inclusione, di qualità sociale e di pari opportunità”.

Commenta: