Piombino – GLI ARCHIVI DA CUI TOGNARINI HA TRATTO IL SUO LIBRO SULLA TOSCANA IN ETÀ MODERNA

[adrotate banner=”6″]

Abbiamo già detto che venerdì 19 alle 17,30 in sala consiliare, sarà presentato l’ultimo libro di Ivan Tognarini prima della “Toscana in età moderna fra Medici e Lorena”, un viaggio attraverso tre secoli di storia della Toscana, ripercorrendo le tappe del processo di formazione dello stato regionale toscano, il ruolo giocato da personaggi come Cosimo I dei Medici, la formazione di una “moderna” siderurgia con il potenziamento della Magona granducale.
Frutto di lunghi anni di lavoro e di ricerca, anche su terreni sperimentali, il volume di Tognarini raccoglie saggi dove si ritrovano profili di personaggi e studiosi poco noti o largamente trascurati: Vannoccio Biringucci, scienziato senese del 500, Aldo Mieli, studioso di rilievo internazionale perseguitato dal fascismo, Romualdo Cardarelli ed altri. Ricchi giacimenti documentari in grandi archivi italiani e stranieri, come Simancas, Kew (Londra), Parigi o Vaticano (ma anche i fondi e le carte di Firenze non sono di minore interesse) vengono segnalati o sottoposti ad un primo scandaglio, con risultati originali ed inediti.

Commenta: