Piombino – Contributi affitti, al via le domande

Al via le domande per l’assegnazione di contributi pubblici a integrazione dei canoni di affitto per il 2018. Da lunedì 11 giugno fino alle 13 del 13 luglio 2018 sarà possibile fare domanda per l’assegnazione dei contributi regionali e comunali rivolti ai cittadini residenti nel Comune.
Possono partecipare al bando i cittadini italiani o membri di uno Stato aderente all’Unione Europea, gli stranieri titolari di carta di soggiorno o permesso di soggiorno non inferiore a un anno, i cittadini non comunitari residenti in Regione da almeno 5 anni. Oltre a questo è necessario essere residente nel Comune di Piombino ed essere titolare di un contratto di affitto, regolarmente registrato e in regola con le registrazioni annuali, di un alloggio adibito ad abitazione principale. Una novità rispetto agli anni passati è l’obbligatorietà per chi non è cittadino italiano di presentare una certificazione rilasciata dallo Stato estero che attesti l’inesistenza di proprietà negli stati di provenienza.
Come tutti gli anni saranno istituite due fasce di valutazione della priorità in graduatoria, sulla base del reddito. La fascia A, che ha priorità in graduatoria, è costituita da quelle famiglie i cui redditi (dichiarazione redditi 2017) siano uguali o inferiori all’importo corrispondente a due pensioni minime Inps 2018 e cioè pari a 13.192,92 euro ISE, e con una incidenza del canone non inferiore al 14% sul reddito.
Nella fascia B rientrano le famiglie con valore ISE massimo di 28.301,02 euro, incidenza del canone non inferiore al 24%, valore ISEE non superiore a 16.500 euro.
La graduatoria verrà elaborata sulla base della decrescente percentuale canone/ISE.
Quindi, per le fascia A, in caso di incidenza del canone/ISE dal 14% al 25% sarà attribuito un punto, due punti se questo parametro sarà compreso tra il 25 e il 35%, tre punti dal 35 al 50%, 4 punti superiore al 50%. Non vengono più presi in considerazione i criteri sociali. A parità di punteggi verrà preso in considerazione il valore ISEE.
Come da bando, il contributo erogato agli aventi diritto sarà riferito al 2018 e non potrà superare i 3.100 euro per i richiedenti in fascia A e di 2.325 euro per quelli inseriti in fascia B.
Nel 2017 il contributo regionale, pari a 74.000 euro circa, sommato a quello comunale, pari a 12.000 euro, è stato sufficiente per esaudire 61 richieste, assegnando un contributo di 1.550 euro a famiglia in modo da accontentare il maggior numero di persone.
Le domande di partecipazione sono in distribuzione presso l’URP del Comune di Piombino nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9,30 alle 13,00, e il pomeriggio di mercoledì dalle 15,00 alle 17,00; presso il Quartiere Porta a Terra Desco via dell’Arsenale 4 e presso il Quartiere Salivoli lungomare Marconi 280 con i seguenti orari: lunedì/mercoledì e venerdì dalle 9,30 alle 13,00. Saranno inoltre pubblicate sul sito istituzionale del Comune www.comune.piombino.li.it sezione “Come fare per – “Casa e territorio” – “Contributo canoni di locazione”.

Commenta: