Piombino – ANCORA VERSO LA CREAZIOINE DI UN ARCHIVIO DELLA DOCUMENTAZIONE EX ILVA-ITALSIDER

[adrotate banner=”6″]

Torniamo sull’archivio dello stabilimento importante per la ricostruire dell’attività economico industriale, del ciclo produttivo, delle caratteristiche sociali del lavoro operaio in Toscana ed altro ancora. Interessante la documentazione del personale: cartelle di operai licenziati e trasferiti dal 1952, documenti sull’attività sociale per i dipendenti, settimane bianche, colonie estive ecc. Per la sicurezza sul lavoro troviamo denunce di infortuni, registri di infermeria, inserti sulle malattie professionali e silicosi, cartelle di cure termali. E poi documenti di scioperi, punizioni, cause tra società e dipendenti per gli anni 50/70, provvedimenti disciplinari, accordi aziendali.
L’obiettivo del comune di Piombino e dell’azienda, è di mettere in sicurezza l’archivio trasferendolo in una sede adeguata alla conservazione. Nel 2015 in uno scambio di lettere tra il sindaco di Piombino Giuliani e Lucchini amministrazione straordinaria, il Comune si impegnava a ricevere in donazione o in deposito l’archivio. Recentemente il Comune ha firmato un contratto di comodato con la Sol per avere in disponibilità alcuni locali dello stabile ex Volpi, dove conservare il materiale e si è in attesa dell’atto di deposito dell’archivio da parte dell’azienda, per procedere con i lavori di adeguamento dei locali Sol per trasferirvi il materiale in vista della realizzazione di un Centro di documentazione e di ricerca sulla storia della siderurgia a Piombino, un tema sempre caro a Ivan Tognarini, scomparso nel 2014.

Commenta: