OTTO INCONTRI AL CASTELLO SUGLI ARCHIVI: IL PRIMO CON LUCIANO TOVOLI

Si è detto che mercoledì 26 settembre alle ore 17 al Castello si terrà la 2° edizione del ciclo
d’incontri “Il fascino della memoria, gli archivi tra realtà e immaginario”, organizzato dall’archivio
storico della città di Piombino in collaborazione con Fabio Canessa, critico d’arte e di cinema e con
la Soprintendenza archivistica e bibliografica della Toscana. Un’iniziativa che prevede otto incontri
fino a venerdì 23 novembre. A parlarne saranno ospiti d’eccezione come Luciano Tovoli ed altri
famosi esperti del settore.
Si inizia il 26 settembre con Luciano Tovoli, leggenda del cinema mondiale, nato a Massa
Marittima, protagonista negli anni Settanta del rinnovamento dei canoni luministici del cinema
italiano, importando nei film realizzati in studio il gusto per l'autenticità della fotografia di
reportage. E’ stato fra i primi ad incarnare in Italia un modello 'colto' di direttore della fotografia.
Ha vinto due Nastri d'argento, nel 1976 per “Professione: reporter” (1975) di Michelangelo
Antonioni e nel 1989 per “Splendor” (1989) di Ettore Scola, e un David di Donatello, per “Il
viaggio di Capitan Fracassa” (1990), sempre di Scola.

Commenta: