Grosseto – Il sindaco dei giovani Emanuele Viti conquista la giunta comunale

In occasione della giunta comunale il sindaco dei giovani ha presentato
all’amministrazione comunale alcune proposte per migliorare la città in
funzione delle necessità dei ragazzi

La giunta comunale ha ricevuto il sindaco dei giovani, Emanuele Viti, in
carica dallo scorso gennaio, quando si presentò in sala consiliare
accolto dal presidente Claudio Cosimo Pacella: facendosi rappresentante
dei suoi coetanei, ha presentato diversi problemi condivisi da questi
ultimi, problemi che ormai da tempo premono in particolare ai ragazzi
che frequentano la Cittadella dello Studente.

Ecco le proposte presentate, alcune già parzialmente messe in atto dal
Comune: tra queste vi sono la sistemazione dei marciapiedi di via de
Barberi, nello specifico nel tratto compreso tra piazza della Libertà e
l’argine dell’Ombrone, per la quale i lavori i lavori sono già avviati,
la potatura delle piante sempre in via dei Barberi sul lato destro nel
senso di marcia, perché, come specificato da Emanuele, “le fronde più
basse impediscono di precorrere il marciapiede, specialmente il tratto
compreso tra l’intersezione di piazza della Libertà e il centro
anziani”, lo spostamento dei cassonetti dei rifiuti che si trovano sul
marciapiede di via dei Barberi nel tratto tra l’intersezione di piazza
della Libertà e l’argine dell’Ombrone, poiché ostacolano la libera
circolazione dei pedoni. E ancora: la sistemazione e la pulizia del
marciapiede di via dei Barberi, in particolare il lato sinistro nel
senso di marcia, nel tratto che va dall’intersezione di piazza della
Libertà e l’argine dell’Ombrone, il controllo dello stato di tutta la
segnaletica verticale ed orizzontale in via dei Barberi, nel tratto
compreso tra l’intersezione di piazza della Libertà e l’argine
dell’Ombrone, così da “intervenire, se e dove necessario, prima
dell’apertura della stagione scolastica” dice Emanuele, preoccupandosi
di restituire ai suoi coetanei un ambiente adatto.

La giunta non ha mancato di esprimere la soddisfazione per il progetto,
definendo la collaborazione con i giovani colleghi sempre più proficua e
inserendo le segnalazioni in attesa di risposta tra quelle da mettere in
pratica.
“Siamo lieti – dicono il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e gli assessori – che questo progetto non sia rimasto un’utopia, ma che abbia
effettivamente preso vita e sia diventato concreto. In questo modo è stato possibile un avvicinamento al mondo dei giovani tramite un dialogo continuo, che ci ha permesso di capire i vari problemi dal loro
personale punto di vista”.

Commenta: