Follonica – I Comuni di Follonica e Scarlino insieme per A…MARE IL MARE evento dedicato al Santuario Pelagos – 13 ottobre ore 9 Circolo Cala Violina

Le Amministrazioni Comunali di Follonica e Scarlino organizzano per Sabato 13 Ottobre dalle ore 9.00 , al Circolo Cala Violina (Follonica) , la pulizia dei fondali del Golfo, dedicata al Santuario Pelagos.
Le Amministrazioni Comunali di Follonica e Scarlino, aderenti alla Carta di Partenariato del Santuario Pelagos, organizzano per Sabato 13 Ottobre dalle ore 9.00 , al Circolo Cala Violina, la pulizia dei fondali del Golfo, appuntamento ormai consolidato ma da quest’anno dedicato al Santuario Pelagos, nella quale saranno impegnate tutte le associazioni nautiche, sportive e sociali dei territori e le classi dell’Istituto Comprensivo 2 “Leopoldo di Lorena”, alle quali è riservata la sessione a terra, con laboratori attivi e la divulgazione delle buone pratiche ambientali per la protezione di cetacei e tartarughe marine.
“Questa sinergia con il Comune di Scarlino – affermano il Sindaco del Comune di Follonica Andrea Benini e l’Assessore alle Politiche del mare Alberto Aloisi – nasce dall’esigenza di ottimizzare l’impegno delle amministrazioni al fine di ampliare la conoscenza del Santuario e le problematiche connesse al marine litter, ma è anche occasione di consolidare gli ottimi rapporti con il comune vicino, auspicando il confronto e la progettazione anche con le altre amministrazioni del golfo aderenti alla Carta di Partenariato”.
“La realizzazione di iniziative congiunte con i Comuni aderenti al Partenariato Pelagos e insistenti sullo stesso tratto di mare – specifica il Sindaco del Comune di Scarlino Marcello Stella – testimonia la volontà di superare la logica territoriale municipale e concretizza il valore aggiunto del “fare rete” per il raggiungimento degli obiettivi previsti nella Carta e nell’ Accordo Pelagos. La vicinanza territoriale e la volontà condivisa di tutelare il patrimonio e l’ecosistema marino deve unirci nell’impegno comune di assumere, nei nostri territori, decisioni per la minimizzazione degli impatti antropici, attuando iniziative di promozione ambientale e attività ecosostenibili, in sinergica con i partner istituzionali, sociali ed economici presenti”.

Commenta: