Follonica-Dal 13 al 16 giugno il workshop “Chemical evolution in our Galaxy” richiamerà una cinquantina di scienziati da tutto il mondo e dal 18 al 23 giugno 85 studenti tra i migliori di Italia parteciperanno alle lezioni di docenti universitari per decidere gli studi dopo la maturità.

Inizia il percorso congiunto tra Scuola Normale Superiore e Comune di Follonica con i primi due eventi, un convegno e un corso di orientamento universitario, che richiameranno scienziati e studenti da tutta Italia e dal mondo. Entrambe le iniziative sono organizzate nella Fonderia Ilva n.1, in cui la Normale può usufruire per 5 anni di appositi spazi, grazie alla partnership avviata lo scorso anno con l’amministrazione comunale. Saranno giornate all’insegna della “scoperta” e sono state presentate quest’oggi dal Direttore della Scuola Normale, Vincenzo Barone e dal Sindaco di Follonica, Andrea Benini.
Da mercoledì 13 a sabato 16 giugno sono attesi circa 50 tra astrofisici e chimici per un workshop internazionale di Astrochimica, “II Italian Workshop on Astrochemistry – Chemical evolution in our Galaxy. Spectroscopy, Observations and Reactivity”. L’Astrochimica è la disciplina che studia la formazione delle molecole organiche nelle galassie, per scoprire l’origine della vita nell’universo, un filone di ricerca su cui la Normale ha deciso di puntare nei prossimi anni con la nascita, a Pisa, di un Centro interuniversitario in collaborazione con l’Università di Bologna e la Federico II di Napoli, il Centro Star. Evento clou di questa prima iniziativa è la conferenza di Paola Caselli, Direttrice del Max-Planck-Institute for Extraterrestrial Physics, a Garching, in Germania (13 giugno, ore 21). La professoressa Caselli, che guida una delle massime istituzioni scientifiche tedesche, traccerà uno sguardo panoramico sull’intero ambito dell’astrochimica: “Dalle nubi interstellari alla vita sulla terra”, il titolo del suo racconto aperto a tutta la cittadinanza.
A seguire, lunedì 18 giugno, gli scienziati “senior” faranno posto a circa 80 studenti tra i più brillanti provenienti da tutta Italia, per il primo dei 6 corsi di orientamento universitario che la Normale ha preparato questa estate (gli altri si svolgeranno a Pisa, San Miniato, Pavia, Roma e Napoli). Stavolta si tratterà della scoperta, da parte dei ragazzi e delle ragazze selezionate, della propria vocazione. Per una settimana, infatti, i partecipanti al corso, tutti tra i 17 e 18 anni e dalla media voti altissima, assisteranno a lezioni universitarie tenute da professori di vari atenei italiani, delle più disparate discipline: un modo per far comprendere a questi giovanissimi talenti dello studio verso quale facoltà indirizzarsi una volta ottenuta la maturità.
Come da tradizione, dal punto di vista della provenienza geografica, l’elenco dei partecipanti al corso di Follonica è all’insegna della pluralità delle regioni italiane. 33 studenti sono originari del nord (6 vengono dal Piemonte, 4 dalla Liguria, 8 dalla Lombardia, 4 dal Friuli-Venezia Giulia, 8 dal Veneto e 3 dall’Emilia Romagna), 30 del centro (13 dalla Toscana, 4 dall’Umbria, 3 dalle Marche e 10 dal Lazio) e 22 del sud (2 dall’Abruzzo, 7 dalla Campania, 7 dalla Puglia, 2 dalla Calabria e 4 dalla Sicilia).
Per quanto riguarda le lezioni, sono tenute da docenti della Normale – chimica (Vincenzo Barone), filosofia della scienza (Mario Piazza), fisica (Luigi Rolandi), letteratura latina (Gianpiero Rosati), scienze politiche (Donatella Della Porta), sociologia (Elena Pavan) e storia dell’arte contemporanea (Flavio Fergonzi) -, e di altri Atenei e centri di ricerca: biologia (Annalisa Pastore, Università di Pavia/Scuola Normale), diritto amministrativo (Lorenzo Casini, IMT School for Advanced Studies di Lucca), linguistica (Michele Loporcaro, Università di Zurigo), medicina (Michele Emdin, Fondazione Toscana Gabriele Monasterio di Pisa), big data (Domenico Laforenza, Istituto di Informatica e Telematica del CNR di Pisa e Fabrizio Lillo, Università di Bologna), politica economica (Andrea Fracasso, Università di Trento), storia contemporanea (Mauro Moretti, Università per Stranieri di Siena) e tecnologie della comunicazione (Andrea Massa, Università di Trento).
Le lezioni saranno disponibili nel canale Youtube della Normale.Inoltre, i partecipanti potranno seguire le attività seminariali tenute da alcuni studenti del corso di perfezionamento presso la Scuola Normale, che rivestiranno anche la funzione di tutor, condividendo la loro esperienza universitaria. Infine, la sera di giovedì 21 giugno i partecipanti al corso assisteranno alla rappresentazione de Le Nuvole di Aristofane, a cura del Gruppo Teatrale della Scuola Normale.

Commenta: