“Familiar-mente” si fa in tre: venerdì incontro a Roccastrada, Scansano e Paganico

Dalle 17 alle 19 tre incontri gratuiti per i genitori di bambini dagli 0 ai 6 anni per il progetto promosso dal Comune di Grosseto con il sostegno della Regione Toscana

Venerdì 5 ottobre il progetto “Familiar-mente. Uno sguardo sull’essere genitore” si fa in tre: sono in programma, infatti, altrettanti incontri nell’ambito dell’iniziativa promossa dal Comune di Grosseto, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Roccastrada, Scansano, Castiglione della Pescaia, Civitella Paganico, Campagnatico, il Coeso Società della Salute e l’Azienda Usl Toscana sud est, e finanziata dalla Regione Toscana, con fondi del Dipartimento delle Politiche della famiglia.

A Roccastrada, nella biblioteca comunale di piazza Dante Alighieri, dalle 17 alle 19 i familiari dei bambini tra 0 e 6 anni o i genitori in attesa di un figlio potranno confrontarsi con Anna Sabatino, pediatra all’ospedale “Misericordia” di Grosseto, in un incontro dal titolo “Io, il cibo, la famiglia: educazione alimentare, consapevolezza e benessere”. Al centro dell’appuntamento, che vuole essere anche un’occasione per consentire ai genitori di fare chiarezza su alcuni aspetti, la corretta alimentazione durante la prima infanzia, dall’allattamento in poi, con un’attenzione particolare verso i problemi che possono essere causati da un’alimentazione inadeguata e da cattive abitudini: dai dati elaborati dalla Regione Toscana con l’indagine “Okkio alla Salute”, infatti, emerge che il 21,4 per cento dei bambini che abitano in regione è sovrappeso, il 5,6 per cento è obeso (mentre la percentuale italiana si attesta sul 9,3 per cento) e solo un terzo fa attività fisica sufficiente.

A Scansano, sempre dalle 17 alle 19, nella biblioteca comunale di via Diaz, secondo incontro con Elisa Vatti, educatrice professionale della Asl Toscana sud est che parla di “Essere genitori tra regole e carezze: riflessioni sugli stili e sui metodi educativi”. L’incontro prevede una riflessione interattiva sui significati dell’educazione e dell’educare, della crescita e dello sviluppo, focalizzando l’attenzione sugli stili e sulle funzioni genitoriali, oltre che sulle buone pratiche educative nella prima infanzia, utili sia alla trasmissione di regole che alla gestione di comportamenti problematici. Lo scopo è quello di dare ai genitori spunti utili e un primo supporto nell’intraprendere il difficile, quanto entusiasmante, percorso di accompagnamento esistenziale dei propri figli, per prevenire forme di disagio e a portarli verso il pieno sviluppo delle loro potenzialità e la realizzazione di sé.

A Paganico, dalle 17 alle 19, l’aula magna della scuola media in via Malevolti, ospita Ettore Caterino, neuropsichiatra infantile che parta di “Autismo infantile: il mondo da una prospettiva diversa”.

Si parlerà dei disturbi spettro autistico – sono circa 100 all’anno le diagnosi di questo tipo nel territorio dell’azienda sanitaria Toscana sue est che comprende provincie di Grosseto, Arezzo e Siena – per dare indicazioni su diagnosi, trattamenti e modalità di relazione. L’incontro è per le famiglie residenti nei comuni di Civitella Paganico e Campagnatico.

Il progetto “Familiar-mente” prosegue sabato 6 ottobre a Grosseto: appuntamento con la dottoressa Silvia Toschi, dalle 9.30 alle 11.30, al nido d’infanzia “L’aquilone” di via Mozambico.

Il calendario completo degli incontri è disponibile sul sito del Comune all’indirizzo: www.comune.grosseto.it

Commenta: