Consorzio 5 Toscana Costa – A lavoro nella Val di Cornia e Pecora. 80 i corsi d’acqua interessati

I mesi estivi, sono mesi di lavori e di interventi per il Consorzio 5 Toscana Costa. 80 i corsi d’acqua sui quali da luglio si sta intervenendo per effettuare la manutenzione consistente principalmente nel taglio e nello sfalcio dell’erba infestante. I lavori proseguiranno senza sosta sino a settembre grazie all’impiego di personale e mezzi propri del Consorzio, ma anche grazie alla collaborazione di ditte e professionisti esterni, ai quali sono stati affidati alcuni interventi. Oltre € 600.000,00 di investimenti totali, di cui oltre € 200.000,00 in Amministrazione Diretta, oltre € 400.000,00 in conto terzisti, all’interno delle Convenzioni stipulate tra Regione Toscana e i Genio Civile di Val d’Arno Inferiore e Toscana Sud, per l’esecuzione degli interventi sulle II° categorie. Da Luglio il Consorzio 5 Toscana Costa è all’opera con il proprio personale, 7 trattori e 3 escavatori su 24 corsi d’acqua, in varie zone tra cui Mortelliccio, Carbonifera, Guinzane, Pianacce, Venturina Terme e San Lorenzo. A questi lavori si vanno ad aggiungere 56 cantieri affidati a ditte esterne nella cornice delle Convenzioni con Regione e Genio Civile, consistenti non soltanto nello sfalcio e nel taglio dell’erba ma anche in interventi più specifici quali realizzazione di scogliere, risagomatura degli argini, posa in opera di sbarre ed altri interventi di messa in sicurezza idraulica dei corsi d’acqua.
“Un impegno consistente – dichiara il Presidente del CB5 Giancarlo Vallesi – che ci permette di portare a termine il maggior numero degli interventi nei mesi estivi, periodo meno colpito da piogge e agenti atmosferici avversi, così da aumentare la sicurezza dei centri abitati e delle campagne, preparandoci ad affrontare l’autunno e l’inverno normalmente più piovosi e critici dal punto di vista climatico. Coordinare contemporaneamente lavori in proprio e lavori di ditte esterne, sebbene logisticamente più complesso – ha aggiunto il Presidente – ci dà la possibilità di eseguire in tempi molto brevi i lavori di manutenzione ordinarie e prevenire potenziali situazioni di pericolo o disagio”.

Commenta: