Campiglia Marittima – SCUOLABUS: IL COMUNE IMPEGNATO NEL MIGLIORARE IL SERVIZIO Con i lavoratori un confronto sempre aperto e disponibile

[adrotate banner=”6″]

“Non ho mai detto che il “comune non ha alcun potere” come titolato tra virgolette sulla stampa in questi giorni, quindi ci tengo a precisare per non alimentare interpretazioni scorrette” lo afferma l’assessora all’istruzione di Campiglia Marittima Alberta Ticciati a proposito dell’appalto per il servizio di scuolabus e aggiunge: “Nessuno, né l’Amministrazione, tanto meno la sottoscritta, né gli uffici si sono mai disinteressati delle criticità tra lavoratori e ditta, sebbene non solo avrebbero potuto, ma avrebbero dovuto farlo visto che il rapporto tra ditta privata e lavoratore non è materia sulla quale, nel merito, il Comune può intervenire, ma anzi hanno lavorato affinché le criticità si affrontassero ed i problemi si risolvessero, passo dopo passo. Ogni segnalazione, ogni comunicazione di dipendenti della ditta e/o di cittadini è stata non soltanto presa seriamente in considerazione, – argomenta Ticciati – ma ha sempre dato seguito ad approfondimenti e verifiche che hanno consentito il rispetto dei diritti dei lavoratori”. Poi l’assessora si rivolge all’opposizione: “Il modo con cui il Comune dei Cittadini affronta questo tema non soltanto è superficiale e non ha le sufficienti basi di conoscenza, ma è scorretto”.
Ticciati si riferisce al fatto che si parla di un ribasso eccessivo che sarebbe stato giudicato “anomalo” dalla stessa Commissione Giudicatrice, quanto invece, atti alla mano, come spiegano gli uffici comunali, il ribasso è stato del solo 0,1% e l'”anomalia”, se così la si può definire, è stata meramente tecnica. Respinta l’accusa dell’opposizione che deduce da questo falso assunto che il Comune “ha permesso alla ditta di accaparrarsi la gara” di fatto attaccando pesantemente i professionisti, i tecnici, gli uffici che hanno gestito la regolare esecuzione delle procedure. “Questo modo becero e inconsistente di affrontare le questioni – afferma l’assessora – non solo non aiuta la causa di nessuno, ma contribuisce ad alimentare la sfiducia dei cittadini nei confronti delle Istituzioni che invece hanno un significato nella misura in cui sono chiamate a garantire e salvaguardare l’interesse collettivo”. Il Comune di Campiglia M.ma si è impegnato in questo senso, affrontando le criticità che sono emerse in passato, chiedendo maggiori garanzie alla ditta in merito all’efficienza del servizio, alla sua sicurezza, alla sua capacità di presentarsi alle famiglie, ottenendo, di fatto, oggi un servizio migliore rispetto a quello di qualche anno fa.

Commenta: