Campiglia Marittima – MEDAGLIE D’ORO AI VINI RIGOLI MAGISTRO E TESTALTO

Questa mattina a Torino l’azienda con la sindaca a ritirare il premio delle Città del Vino.
Questa mattina è stata Palazzo Madama a Torino la sede prestigiosa in cui la sindaca di Campiglia Marittima e l’azienda Rigoli sono stati premiati come Comune e Azienda con ben 2 medaglie d’oro. E’ avvenuto grazie ai vini Testalto Val di Cornia rosso Docg 2013 e Magistro Doc Val di Cornia passito 2016 che si sono degnamente meritati un posto d’onore nei vini italiani selezionati. Una vetrina in cui la competizione si gioca su grandi numeri e vasti territori. Infatti ammontano a 1200 i campioni inviati per il concorso “La selezione del sindaco” dell’associazione nazionale Città del Vino. Il concorso si è svolto a Canelli, in Piemonte. Nella cerimonia sono state ringraziate dalla Regione Piemonte per la 17 edizione 500 aziende che hanno partecipato città del vino, provenienti anche da molti paesi europei tra cui, secondo dopo l’Italia, il Portogallo . Sono stati 84 i commissari internazionali impegnati nelle valutazioni. “Un premio che riconosce merito alle piccole e medie aziende di grande qualità che si distinguono in un settore che rende l’Italia uno dei paesi leader nel settore. Una soddisfazione per il Comune e per l’Azienda” ha sottolineato la sindaca Rossana Soffritti. “Erano presenti Floriano Zambon, presidente delle Città del Vino e Giorgio Ferrero assessore all’ agricoltura della Regione Piemonte che insieme al presidente Sergio Chiamparino hanno voluto che i vini prestigiosi fossero premiati in un luogo davvero unico”, aggiunge.
Soddisfatto naturalmente anche Nelusco Pini, fondatore dell’azienda Rigoli che oggi conduce insieme ai due figli Nicolò e Edoardo: “Abbiamo ritenuto di partecipare anche a questa edizione della Selezione del Sindaco – dice – per avere delle conferme sul Magistro, cosa che c’è stata con l’attribuzione del riconoscimento; ma non solo, volevamo, come abbiamo fatto, presentare il primo vino Docg Val di Cornia, il primo dopo che la nostra zona ha avuto la denominazione Docg dal ministero. Abbiamo presentato anche il Testalto per valorizzare al meglio la nostra zona e abbiamo avuto la piacevole conferma del riconoscimento a un territorio che da tempo produce vini di qualità, che ci gratifica anche personalmente come azienda nella nostro percorso di crescita con l’ingresso dei figli”.

Commenta: