Campiglia Marittima – IL CONSIGLIO DEI BAMBINI COMINCIA A LAVORARE Soffritti: “Approfondite sempre gli argomenti e chiamatemi ogni volta che volete”

[adrotate banner=”6″]

La Città dei bambini per l’anno scolastico 2018-2019 ha visto venerdì mattina l’insediamento del suo nuovo consiglio composto da quindici consiglieri titolari e quindici supplenti delle quarte e quinte elementari e delle prime medie delle scuole di Campiglia e Venturina. Centinaia i ragazzi nell’Auditorium BIC di Sviluppo Toscana in largo della Fiera, con insegnanti, rappresentanti istituzionali e collaboratori per una cerimonia davvero importante, per la comunità dei giovanissimi che cominciano a sperimentare cosa significa mettersi a disposizione degli altri per il bene comune. La sindaca Rossana Soffritti ha esortato ad approfondire ogni questione di cui si vorrà occupare. “Il comune – ha detto – è a disposizione, per essere più connessi direttamente tra persone, non solo tramite i mezzi tecnologici che sono utili, ma non devono sostituire il contatto ed in confronto diretto. Non tenetevi dentro le domande ma ponetele, se riguarderanno il nostro comune vi risponderemo direttamente, altrimenti vi aiuteremo a trovare le risposte cercandole insieme. Con questa esperienza- ha proseguito – ci si esercita a rappresentare i diritti e a trovare la migliore soluzione per tutti che dobbiamo abituarci a spiegare, dopo aver ascoltato gli altri, il perché la nostra scelta è quella che riteniamo sia la più giusta per tutti. Se intraprendete questa esperienza con lo spirito giusto – ha aggiunto soffritti – vi servirà a diventare persone più attente, preparate e consapevoli”. L’assessora all’istruzione Alberta Ticciati si è detta emozionata per essere giunta a questo insediamento che è l’ultimo consiglio della città dei bambini di questa legislatura che terminerà a maggio. “Ho visto che in alcuni di voi l’esperienza della Città dei bambini rimane nel vostro modo di essere e di comportarvi. Con l’avvio insieme alla scuola di questo progetto, quattro anni fa, abbiamo fatto un piccolo passo che spero possa essere portato avanti in futuro”. Ticciati parla poi del consiglio straordinario che è stato convocato e che è composto dai consiglieri delle diverse edizioni del Progetto per un confronto sulla proposta dell’Amministrazione Comunale di sostenere il disegno di legge sull’introduzione dell’educazione alla cittadinanza come materia curriculare con un proprio orario ed un voto. Soddisfatta dell’esperienza anche la dirigente scolastica Daniela Toninelli che ha condiviso le parole delle due precedenti intervenute ed ha aggiunto: “Bella questa platea di ragazze e ragazzi di età diverse che imparano a stare insieme ascoltandosi, confrontandosi; è un arricchimento per voi ragazzi e ma anche per noi adulti che, ascoltandovi, apriamo la nostra mente a idee e pensieri nuovi. La città dei bambini è cresciuta nel tempo diventando un’istituzione che spero continui in futuro. Va detto anche che è un lavoro importante, davanti e dietro le quinte, quindi ringrazia zio le famiglie, il comune, il personale della scuola, le educatrici della ludoteca, per dire che nella vita di tutti i giorni le cose riescono se ognuno di noi si impegna per il buon fine dei nostri progetti”. Ha parlato poi Roberta Piscitelli, coordinatrice del progetto per la Ludoteca comunale, il luogo in cui fisicamente il consiglio dei bambini si riunisce per svolgere il suo lavoro, e ha sintetizzato che “Quest’anno il tema che vogliamo condividere con il nostro impegno è, tornano all’inizio del percorso della Città dei bambini, quello del decoro urbano, torneremo ad occuparci dei nostri centri urbani per renderli più belli e migliori da vivere. Sarà come sempre un lavoro complesso e appassionante, un lavoro in cui ognuno avrà il suo ruolo. Le famiglie hanno il compito di sostenere i bimbi in questo importante percorso, accompagnandoli sia con il supporto morale che pratico nelle uscite sul territorio che faremo per verificare sul campo le proposte da elaborare”. Dopo gli interventi degli adulti anche gli eletti sono intervenuti per ringraziare i compagni di averli scelti e per confermare la promessa di impegnarsi nel lavoro di rappresentanza cercando di portare a compimento i progetti programmati.
Ecco chi sono gli eletti: per ogni classe, rispettivamente, il consigliere titolare e il sostituto.
Scuola media Carducci: Gjylie Dushku e Ylenia Pollice (1 A), Viola Pecchia e Gabriele Sorrentino (1 B), Davide Bordin e Kiara Giuliani (1C), Angelo Toninelli e Alessandro Bardocci (1 D), Anita Angelini e Leonardo Niccolini (1 E). Scuola elementare Amici: Bianca Parri e Christian Sabatini (classe IV), Emma Ciani e Giulia Castellani (classe V). Scuola elementare Altobelli: Anna Martelli e Hryhorii Babii (IV A), Bianca Paini e Matilde pellegrino (IV B), Gabriele Fantozzi e Salvatore Garofalo (V A), Arianna Cheli e Cesare Pili (V B). Scuola elementare Marconi: Mia Barontini e Martina Brutti (IV A), Gabriele Franchi e Matilde Provenzano (IV B), Anna Gambini e Gaicomo Bardocci (V A), Sofia Niccolini e Martina Mancini (V B).

Commenta: