Campiglia Marittima – I CONTENUTI DELLA CONFERENZA STAMPA DI FINE ANNO. INTRODUZIONE DELLA SINDACA E RELAZIONI DEGLI ASSESSORI

Si è svolta oggi alle 12 in videoconferenza la conferenza stampa di fine anno del Comune di Campiglia Marittima per ripercorrere gli aspetti salienti che hanno caratterizzato il 2020.

Si chiude un anno particolare, non solo per il Comune di Campiglia Marittima ma per il mondo intero. L’evento che ha condizionato ogni aspetto della vita quotidiana è stata la pandemia da coronavirus che ha “dettato l’agenda”, anche se si è riusciti a perseguire alcuni importanti risultati, adattare l’attività dell’amministrazione comunale alle sopraggiunte necessità emergenziali, e, soprattutto, grazie all’impegno quotidiano di ogni cittadina e cittadino e alla professionalità, impegno e competenza degli addetti ai lavori, la nostra zona e in particolare il nostro comune, sono stati solo marginalmente colpiti dalla pandemia anche se i suoi effetti hanno lasciato e lasceranno comunque un segno. La sindaca Alberta Ticciati ha introdotto con un intervento di carattere generale mettendo il risalto alcuni temi salienti:

A cavallo tra il 2020 e il 2021 si è a buon punto per l’avvio della nuova fase di pianificazione territoriale, dopo uno stallo sul piano strutturale intercomunale per la legittima necessità del comune di Piombino di inserire alcune sua scelte che rappresentano la nuova amministrazione comunale, si andrà all’adozione a breve, dopodiché il comune di Campiglia proseguirà con l’avvio del procedimento del Piano Operativo, la cui redazione è stata affidata tramite gara d’appalto a un gruppo di professionisti che stanno lavorando a fianco dei tecnici del Comune.
Tra le azioni più rilevanti in campo la sindaca ha enumerato la Casa della Salute, con il bando di gara già effettuato dall’Azienda Asl e i cui lavori si prevedono conclusi entro l’ottobre del 2021, il depuratore di Campo alla croce finanziato da Asa che vedrà la conclusione del primo stralcio nel 2021, il secondo nel 2022 e infine la conclusione per il 2023, dell’opera che risponderà alle necessità dell’industria del pomodoro nonché alla capacità di ospitare sul territorio delle attività che abbisognano di un alto consumo di acqua. Il 2020 rimarrà anche l’anno in cui l’amministrazione Ticciati sigla il protocollo d’intesa con Regione e azienda delle Cave fissando un fine attività per l’attività estrattiva sul Monte Calvi e, a partire da subito, nell’attesa, far partire gli investimenti che porteranno al completamento del parco archeominerario di San Silvestro così come il professor Riccardo Francovich lo aveva progettato, con l’inclusione dei Fornelli di Monterombolo, il complesso dell’Etruscan Mines e il pozzo Earle. Per la messa in sicurezza e la visita del pozzo Earle entro il 31 dicembre sarà affidato il lavoro che ha ricevuto 70 mila euro di finanziamento dalla Regione Toscana ai quali si aggiungono 20mila euro messi a disposizione dal Comune di Campiglia. In fase di confronto con Sviluppo Toscana per la nuova destinazione e il nuovo utilizzo dei locali BIC Toscana, oggi di fatto vuoti e inutilizzati. Non poco atteso poi l’intervento di ristrutturazione della Sala della Musica, i lavori possono ora partire e la sala essere pronta per l’affidamento alle associazioni nell’estate del 2021.

Prima di passare all’analisi dei vari settori, si è data un’anticipazione sul Next Generation Eu ai cui finanziamenti Campiglia concorre insieme agli altri comuni della provincia di Livorno, portando questi progetti: la Delocalizzazione, efficientamento e innovazione di Italian Food, il completamento del Parco di San Silvestro, la realizzazione del Bosco urbano di Venturina Terme, la realizzazione del Polo scolastico unico nell’area delle Altobelli, la realizzazione di un Parco fluviale e l’investimento sulle Ciclopiste e la Mobilità lenta, il progetto di Coabitazione per intercettare i bisogni sociali e sanitari della nostra area.

Commenta: