Campiglia Marittima – CONTRIBUTO REGIONALE SULLE INIZIATIVE ESTIVE

Buon bilancio a consuntivo degli eventi in termini di gradimento del pubblico e di sinergia con le associazioni del territorio.
Tempo di consuntivi in un anno difficile, che, attraversato da una pandemia sempre più grave e dilagante, ha permesso in estate di sviluppare alcuni eventi ricreativi e culturali. Nel comune di Campiglia Marittima, grazie alla rete di associazioni sempre attente e attive, che hanno lavorato e collaborato con l’Amministrazione comunale, si sono potuti vivere e godere tanti appuntamenti. Per gli appuntamenti estivi di spicco, che hanno visto una partecipazione organizzativo-finanziaria diretta del Comune, Campiglia Marittima ha visto l’assegnazione da pare dalla Regione Toscana di un contributo di 1.500 euro, un segnale che certifica la qualità delle proposte e del programma, del resto molto apprezzato dalla cittadinanza e dal pubblico di turisti. Queste le iniziative per le quali si è beneficiato del contributo regionale: l’adesione all’edizione 2020 della Festa della Musica con un concerto del chitarrista storico di Lucio Battisti, Massimo Luca organizzata in collaborazione con l’associazione culturale Sei venturinese se; il ciclo “Cinema e Musica Estate 2020”, consistente in una rassegna di 6 appuntamenti cinematografici e 5 musicali per i quali il Comune ha effettuato un affidamento di servizio al Nuovo Teatro dell’Aglio; l’adesione all’edizione 2020 di Calici di Stelle, svolta sabato 8 agosto e organizzata dall’Ente Valorizzazione Campiglia.
“La buona collaborazione con il tessuto associativo ha consentito di programmare e realizzare attività che, in linea con le raccomandazioni e le restrizioni vigenti nel periodo dell’emergenza Covid-19 – afferma la sindaca Alberta Ticciati – hanno garantito comunque spazi sicuri di socialità, attraendo al contempo un buon numero di turisti e residenti. Tale ordinata affluenza di pubblico permette di attestare il valore turistico e culturale di quanto svolto”.
Merita ricordare, tra le attività che hanno caratterizzato l’estate campigliese e venturinese, anche l’accordo di collaborazione tecnico-scientifica in ambito archeologico per l’attività che ha interessato il sito romano di Caldana a Venturina Terme con il Trust di scopo ‘Sostratos’ onlus, in virtù del quale è stato possibile indagare e avviare al recupero e alla valorizzare le evidenze archeologiche del territorio. I ritrovamenti, frutto degli scavi svolti sotto la supervisione della Soprintendenza, saranno oggetto di una prossima mostra dedicata, attualmente in fase di organizzazione che potrà essere allestita e visitata non appena la situazione epidemiologica lo consentirà.

Commenta: