Campiglia Marittima – CONSIGLIO COMUNALE: I PUNTI DISCUSSI

Quattro punti all’ordine del giorno.
Il Consiglio comunale di ieri, lunedì 9 luglio, ha visto l’approvazione dei punti all’ordine del giorno a cominciare dalla nomina del revisore contabile che è stato estratto a sorte in prefettura dall’elenco dei revisori ed è il dott. Maurizio Neri, primo estratto, che ha accettato l’incarico. La nomina è stata votata a maggioranza, con l’astensione del Comune dei Cittadini. Assenti giustificati il M5S e il gruppo Forza Italia Centro Destra.
E’ stata poi approvata la convenzione tra l’amministrazione comunale di Campiglia Marittima e le associazioni venatorie Federcaccia, Arci Caccia e Libera Caccia per la consegna e il ritiro dei tesserini venatori per le stagioni 2018/19 – 2019/20 e 2020/21. A scadenza della convenzione triennale l’amministrazione comunale, in accordo con le tre organizzazioni, ha riproposto la formule della convenzione che prevede la rotazione annuale tra le tre associazioni. Il servizio, sia per la consegna che per il ritiro, si svolgerà in locali messi a disposizione dell’amministrazione comunale. “Si tratta di un contributo importante che le associazioni venatorie danno al Comune – ha affermato l’assessora allo sport Alberta Ticciati – che altrimenti avrebbe dovuto ricorrere agli uffici il cui personale è sempre meno. Tra i vantaggi della gestione tramite le associazioni, anche quello di dare risposta agli eventuali approfondimenti richiesti nella materia specifica”. Ai voti come copra, escluso che la consigliera Buccianti ha votato a favore.
Ultimo punto esaminato e approvato, con l’astensione del gruppo Comune dei Cittadini, è stata la Variante normativa dell’art.83 “4.1 Struttura alberghiera in località Monte Solaio” delle norme tecniche d’attuazione del Regolamento Urbanistico. Sull’atto non sono arrivate osservazioni. La Regione Toscana ha inviato al Comune un contributo tecnico che è stato acquisito.
La seduta si è infine chiusa con la lettura da parte della sindaca di una lettera della famiglia Benifei al sindaco, alla giunta e a tutto il consiglio comunale, in cui si è ringraziata l’amministrazione comunale per l’intitolazione della piazza su cui si affaccia la sala consiliare a Garibaldo Benifei, partigiano antifascista nato a Campiglia nel 1912 e cacciato con la famiglia dai fascisti nel 1922. La famiglia Benifei ha sottolineato il coraggio di questo gesto da parte dell’amministrazione che non era dovuto né scontato, attuato in un periodo in cui il clima politico e il revisionismo storico rischiano di far perdere il valore della memoria e dei sacrifici affrontati per garantire a noi oggi libertà e democrazia. Un ringraziamento particolare nella lettera, dove i familiari di Garibaldo hanno sottolineato la commozione nello scriverla, è andato all’assessore Jacopo Bertocchi, al maestro Stefano Agostini che reso con la sua concertazione dei momenti musicali e di testimonianza un evento indimenticabile,e la Libera banda della SVS di Livorno, associazione che Garibaldo ha seguito e di cui è stato presidente.

Commenta: