Campiglia Marittima – COMUNE E SCUOLA: RINNOVATA LA CONVENZIONE PER POTENZIARE L’OFFERTA FORMATIVA

A novembre l’erogazione della prima tranche del contributo economico che nel 2021 ammonta a 23.500 euro

E’ prevista per novembre l’erogazione della prima tranche di contributo economico del Comune alla Scuola. Al Piano triennale dell’offerta formativa (Ptof) dell’Istituto Comprensivo Marconi che comprende le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, il Comune di Campiglia Marittima per l’anno scolastico 2021-2022,  destina 5.000 euro in più rispetto allo scorso anno, dai 18.500 euro si passa quindi ad erogare 23.500 euro alle scuole statali ricadenti sul territorio comunale. Da tempo proporzionalmente alle disponibilità economiche, il Comune di Campiglia supporta la scuola nel miglioramento della sua offerta formativa che quest’anno vede anche il rinnovo e l’aggiornamento della convenzione tra i due enti in virtù della quale il contributo economico viene erogato. Un sostegno che il comune riconosce alla scuola erogandolo in due tranche, una metà poco dopo l’inizio dell’anno scolastico, e l’altra metà ad anno scolastico terminato, dietro la rendicontazione delle attività svolte dalla scuola con le risorse assegnate.
La nuova convenzione tra Comune e Scuola, che avrà una validità quadriennale, è stata approvata dal consiglio comunale di Campiglia nella seduta del 29 settembre scorso con la delibera n.87/2021. Il consiglio comunale ha approvato l’atto, lo schema di convenzione e la somma da erogare con voti unanimi in considerazione del fatto che  grazie al precedente impegno assunto con la convenzione stipulata il  15 novembre 2017, giunta alla sua naturale scadenza, in  questi anni l’ Istituto comprensivo ha potuto  garantire  una  elevata  qualità  didattica che si ritiene necessario continuare a supportare. La convenzione fissa le sue finalità nell’articolo 1  dove si evidenzia che, ferme restando tra le parti le reciproche competenze, essa si richiama ai principi  della  responsabilità,  della  sussidiarietà  e  della  buona  amministrazione, nell’interesse del cittadino e, in particolare, degli alunni, delle alunne e delle loro famiglie.  L’accordo è orientato a promuovere il successo formativo coerentemente con  le finalità e gli obiettivi  generali del sistema d’istruzione e con l’esigenza di migliorare l’efficacia del processo di insegnamento e apprendimento; a sostenere, secondo forme adeguate all’età, la partecipazione degli alunni e delle alunne al loro percorso formativo, alla vita della scuola ed alla partecipazione sociale.
Lo stanziamento per il Ptof riguarda esclusivamente il potenziamento e la qualificazione dell’offerta formativa, poi il Comune garantisce all’istruzione tutta una serie di sostegni di propria competenza rispetto al trasporto scolastico e al servizio di refezione, al miglioramento e alla manutenzione degli edifici scolastici, alla strutturazione di spazi e servizi per il migliore funzionamento e standard qualitativo del sistema scolastico locale.

Sul contributo così commenta l’assessore all’istruzione Iacopo Bernardini: “Uno sforzo considerevole, anche tenuto conto della contrazione della capacità di spesa che ha interessato i Comuni negli ultimi anni, che l’Amministrazione comunale ha fatto convintamente nell’ottica di contribuire in maniera importante a rendere l’offerta formativa delle nostre scuole sempre più di qualità e all’altezza delle sfide. L’aumento di risorse destinate alle progettualità scolastiche si aggiunge alla misura concernente l’esenzione e riduzione della retta per il trasporto scolastico per le alunne e gli alunni frequentanti il plesso di Campiglia, ed agli interventi realizzati sempre quest’anno alle scuole Marconi, Altobelli e Carducci e a quelli, di prossima realizzazione, riguardanti l’ampliamento del giardino del CIAF a Venturina Terme e l’allestimento di un parco in Passeggiata Unità d’Italia a Campiglia di cui potrà beneficiare anche la scuola Amici, che ne è sprovvista. Si tratta di interventi che delineano la volontà di questa Amministrazione di intervenire a tutto tondo, ora a livello logistico e strutturale ora sull’offerta didattica, su tutti i plessi scolastici presenti sul territorio comunale al fine di tentare di risolvere, attraverso l’interlocuzione costante con la Dirigenza scolastica, gli elementi di criticità eventualmente presenti”.

Commenta: