Campiglia Marittima – ARRIVANO LE PANCHINE COLORATE SIMBOLO DEL “NO” AD OGNI VIOLENZA

Il 25 novembre Campiglia dice no alla violenza sulle donne                                                                  

In occasione della 25 Novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne il Comune di Campiglia Marittima in collaborazione con Croce Rossa Italiana Venturina Terme, Fidapa San Vincenzo Val di Cornia e Associazione Agorà, organizza un evento che dalle 10:00  prenderà avvio nel Viale della Fiera a Venturina Terme, con l’inaugurazione di tre panchine colorate con le tinte che simboleggiano, oltre la lotta alla violenza contro le donne (il rosso) quella alla discriminazione per gli orientamenti sessuali (panchina arcobaleno) e quella al bullismo e cyberbullismo. Sarà un momento di incontro e di sensibilizzazione verso un tema purtroppo sempre attuale e drammatico, poiché solo nel 2021, in Italia, sono 153 le donne uccise per il solo fatto di essere tali, una donna ogni tre giorni è vittima di violenza.

Nell’occasione intervengono la sindaca Alberta Ticciati e la presidente della Commissione pari opportunità di Campiglia Marittima Silvia Azzimondi. Saranno presenti le associazioni che hanno collaborato alla realizzazione del progetto Cri, Fidapa e Agorà. Parteciperanno inoltre il sindacato pensionati Spi Cgil ed il Centro Antiviolenza di Piombino. Campiglia, insieme alle citate associazioni, sta lavorando da tempo alla sensibilizzazione volta a contrastare  tutte le violenze verso le persone e lega in un unico progetto il tema della discriminazione visto in vari ambiti.  Il progetto ha ricevuto il contributo della Regione Toscana per l’acquisto della panchina arcobaleno, anche a seguito del lavoro svolto per l’adesione del comune alla rete Ready e al progetto contro le discriminazioni LGBTI. L’obiettivo è quello di fornire alla cittadinanza un luogo volto alla sensibilizzazione contro le discriminazioni di sesso, di genere e contro ogni forma di violenza che, di queste, sono la diretta o indiretta, conseguenza.

Ogni panchina recherà una targhetta per spiegarne sinteticamente il significato riportando anche un motto di incoraggiamento per combattere le violenze: “Panchina Rossa. No alla violenza sulle donne. La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci. 1522   numero antiviolenza e stalking”; “Panchina Arcobaleno. Contro l’omo-bi-transfobia. Siediti esprimi un desiderio e sii sempre orgoglios* di Te. 112 numero unico di emergenza”; “Panchina blu. No al bullismo e cyberbullismo. Il Bullo è solo un pallone gonfiato. Sgonfiamolo. 114 numero unico di emergenza infanzia”.

Sempre nell’ambito delle iniziative per la giornata internazionale del 25 novembre, venerdì 26 novembre alle 21.15 al Teatro dei  Concordi andrà in scena Libere Donne, spettacolo ad ingresso libero promosso dalla Fidapa di San Vincenzo – Val Di Cornia e realizzato dal Teatro dell’Aglio per dire “no” alla violenza sulle donne.

Poi la sindaca Alberta Ticciati parteciperà il 27 novembre alle 16:30 a Suvereto all’iniziativa  organizzata dalla Commissione pari opportunità di Suvereto in collaborazione con quelle di Campiglia e Castagneto dal titolo “Donne in comune” confronto tra le sindache Alberta Ticciati, Jessica Pasquini e Sandra Scalpellini; una discussione sul ruolo della donna e le politiche per i diritti nella società attuale.                                                                                                                                                                                                    

Commenta: