Campiglia Marittima – ARGENTINA ALTOBELLI: UNA DONNA MODERNA

Domenica conferenza di Benedettini dedicata alla sindacalista della Federterra.
Appuntamento con Gianfranco Benedettini, domenica alle ore 11 nella ZTL di Venturina Terme per conoscere da vicino una delle gradi figure femminili del progetto “Fiera! Donne che hanno cambiato il mondo”, la Altobelli, il personaggio al quale è intitolata una scuola primaria di Venturina con il parco circostante, dove si trova già ritratta in terracotta dall’artista Carlo Giannitrapani.
Argentina Altobelli è una delle 54 donne raffigurate sul muro di cinta dell’area fieristica di Venturina Terme che corre lungo il viale divenuto una sorta di museo a cielo aperto grazie alle opere dell’Accademia di belle arti di Firenze. Un ritratto che è un riconoscimento meritato per il ruolo svolto, nel primo ventennio del 1900, in favore delle rivendicazioni portate avanti dal movimento femminile italiano.
Segretaria nazionale, dal 1906 al 1924, della Federterra e saldamente ancorata alla concezione gradualista della vita politica e alla migliore tradizione classista delle forze progressiste italiane, operò con vigore e intelligenza proprio in mezzo ai gruppi più deboli quale erano i bambini, le donne e i contadini cui l’associazionismo sindacale dette il primo mezzo per superare la loro subalternità.
Argentina Altobelli ispirò e partecipò attivamente alla formazione della Lega dei Contadini della Val di Cornia e al movimento delle donne associate in una loro distinta organizzazione.
Fu prodiga di consigli durante gli scioperi condotti dai mezzadri, dal 1916 al 1918, culminati nel rinnovo del loro Patto Agrario che innovava profondamente il mondo della nostra campagna. Questi sono solo alcuni tratti della biografia e dell’opera dell’Altobelli che sarà senz’altro interessante conoscere meglio da benedettini, presidente del Centro Studi Mussio e da sempre attento divulgatore ed esperto delle sue lotte.

Commenta: