Azienda Asl Toscana Nord Ovest – Casa della Salute di Donoratico, da lunedì 8 aprile al via i nuovi servizi

[adrotate banner=”6″]

LIVORNO, 2 aprile 2019 – Partirà dal lunedì 8 aprile una importante riorganizzazione dei servizi presenti all’interno della Casa della Salute di Donoratico.
“Si tratta di una rimodulazione importante di quanto offerto – ha spiegato nel corso della conferenza stampa di presentazione Sandra Scarpellini, sindaco di Castagneto Carducci – volta a rispondere meglio alle esigenze della cittadinanza emerse negli ultimi anni. Questo è stato reso possibile, sotto il coordinamento della Azienda USL Toscana nord ovest, grazie a una importante sinergia con le associazioni di volontariato come la Auser, ma anche alla disponibilità di realtà locali come la cooperativa Nuovo Futuro. Da parte nostra stiamo valutando possibili ulteriori sviluppi legati alla possibilità di attivare le tessere sanitarie in Comune e fornire contestualmente servizi di anagrafica sanitaria legata quindi alla scelta o revoca del medico o pediatra di famiglia”.
Dalla prossima settimana la Casa della Salute potrà contare su maggiori servizi con aperture al pubblico differenziate che possano permettere anche ai lavoratori del territorio di accedere agli sportelli anche nelle ore pomeridiane. “Abbiamo deciso di rafforzare – ha detto Donatella Pagliacci, Direttore SdS Valli Etrusche – il cosiddetto front office ovvero gli sportelli al servizio del pubblico. Così da lunedì sarà potenziato lo sportello polifunzionale per la prenotazione degli esami e il pagamento dei ticket che sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 13 e il sabato dalle 7 alle 12, mentre abbiamo deciso di introdurre anche due aperture pomeridiane per agevolare il cambio del medico da parte dei cittadini all’anagrafe assistiti che sarà aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 7 alle 13 e il martedì e giovedì dalle 14 alle 16.30”.
Prenotazioni, pagamenti e cambio del medico possono però essere fatte anche online (sul sito Open Toscana oppure tramite la app Smart SST) oppure ai totem PuntoSì senza fare alcuna coda, ma l’utilizzo di queste nuove tecnologie, nonostante la loro semplicità, è ancora piuttosto limitato. Anche per agevolare la fruizione di questi servizi è stata stipulata una convenzione con l’associazione Auser. “I nostri volontari – ha raccontato Elio Barsotti, presidente dell’Auser di Castagneto Carducci – saranno a disposizione dei cittadini all’interno della struttura con funzione di accoglienza e informazione, ma anche per facilitare l’accesso ai servizi supportando le persone nell’utilizzo delle attrezzature presenti come totem, macchine riscuotitrici e dispositivi di gestione delle code vigilando sul loro corretto utilizzo e funzionamento. Si tratta di un modo nuovo e funzionale di aiutare i cittadini, soprattutto anziani, da sempre al centro delle nostre attenzioni. Tutte queste attività vengono assicurate da Auser dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17”.
Un altro importante servizio è poi partito in questi giorni: i cittadini nelle zone circostanti potranno ritirare direttamente a Donoratico i referti radiologici degli esami compiuti all’ospedale di Cecina, in busta chiusa secondo le disposizioni impartite dall’Azienda in materia di tutela della privacy, evitando così un doppio viaggio. Questo servizio, rivolto soprattutto alle persone anziane o fragili che hanno difficoltà a spostarsi, è stato reso possibile grazie, oltre all’Auser, anche alla disponibilità della cooperativa Nuovo Futuro che gestisce i servizi amministrativi di Front Office, ai servizi interni di collegamento, che assicurano la regolarità del trasporto dei referti da Cecina a Donoratico. Per fruire di questo servizio sarà però necessario al momento dell’esecuzione dell’esame scegliere come modalità di consegna, il ritiro alla Casa della Salute di Donoratico: in questo modo di uniscono i vantaggi del ridotto tempo di consegna (come avviene per il ritiro allo sportello) e quelli del limitato spostamento (come avviene per la consegna al domicilio).
“L’attività di consegna referti di radiodiagnostica – ha detto Gabriele Macera, referente della cooperativa Nuovo Futuro – è un’ occasione nuova, una comodità pensata per i cittadini che avvicina le istituzioni sanitarie alle esigenze degli utenti. In fase di progettazione con Franco Berti, il coordinatore sanitario della Società della Salute Valli Etrusche, abbiamo unito le forze ed abbiamo accolto ciò che ci era stato richiesto proprio perché crediamo fortemente nel valore del sociale e credo che, nel nostro piccolo, abbiamo contribuito a raggiungere tale obbiettivo per noi tutti così importante”.
(Pierpaolo Poggianti)

Commenta: