Asl Toscana Nord Ovest – Elba e Capraia, quali strumenti per valutare l’ottimizzazione dell’assistenza sanitaria

Si parlerà anche della ottimizzazione dell’assistenza sanitaria nelle isole d’Elba e Capraia nel corso del 17° congresso nazionale dell’Associazione nazionale sanitaria delle piccole isole (Anspi) che si svolgerà venerdì 16 e sabato 17 novembre nell’aula magna della scuola superiore Sant’Anna in piazza martiri della libertà a Pisa.
L’evento, dal titolo “Individuazione degli strumenti di valutazione dei percorsi di cura nelle isole minori e nei territori a difficoltà di accesso – Dalle progettualità alla performance” organizzato assieme al Laboratorio management e sanità (Mes) della scuola superiore S. Anna, in sinergia con la Società italiana di salute digitale e telemedicina (Sit) e la Confederazione associazioni regionali di distretto (Card), ha ottenuto il patrocinio del Ministero della Salute e della Regione Toscana.
“In questi ultimi anni – spiega Gianni Donigaglia, presidente nazionale Anspi e direttore della zona distretto Elba per l’Azienda USL Toscana nord ovest – si è assistito ad un progressivo aumento delle persone affette da patologie croniche e delle problematiche complesse che in molti casi le collegano alla non autosufficienza, con la crescente richiesta di supporto e assistenza domiciliare e residenziale. Questo amplifica la storica difficoltà ad erogare adeguati livelli di assistenza correlata alle problematiche dell’insularità e, in generale, delle aree geografiche critiche. Da qui l’intuizione della Regione Toscana che negli anni scorsi ha elaborato un progetto pilota per l’ottimizzazione dell’assistenza sanitaria in questi contesti successivamente approvato dalla Conferenza Stato-Regioni e finanziato dal Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe). Si propongono tre modelli di miglioramento relativi rispettivamente alle strutture assistenziali territoriali, al sistema di emergenza urgenza ed alle strutture ospedaliere, sottolineando l’importanza della telemedicina nel raggiungimento degli obiettivi di salute in tali aree. Un passo necessario per procedere in questa direzione è l’individuazione di modelli organizzativi innovativi che devono essere monitorati e valorizzati mediante indicatori specificamente costruiti per la valutazione oggettiva delle performance in questi territori, tali da indirizzare l’organizzazione dei servizi in maniera appropriata alle peculiari esigenze che questi presentano. Da qui l’idea di organizzare un evento assieme alla Scuola Sant’Anna di Pisa e le Aziende sanitarie Toscana nord ovest e Toscana Sud Est per consolidare un percorso che possa garantire l’equità della fruizione del diritto alla salute da parte delle popolazioni di questi territori”.
Tra le presenza da segnalare, oltre a quelle di Gianni Donigaglia (Presidente Nazionale Anspi) e Sabina Nuti (Direttore Laboratorio Management e Sanità) in qualità di presidenti del congresso, anche Lorenzo Roti (Responsabile Settore Cure e Percorsi di Cronicità Regione Toscana), Gianfranco Gensini (Società Italiana di Salute Digitale e Telemedicina), Francesco Bellomo (Responsabile Reti Cliniche Regione Toscana), Francesco Marino (Segretario Nazionale Fimmg Emergenza), Giannetti Giovanna (Direzione generale programmazione sanitaria del Ministero della salute), Ranieri Guerra (Assistant Director general della Organizzazione mondiale della sanità) e Gennaro Volpe (Presidente Nazionale CARD).
Tra i professionisti della Azienda USL Toscana nord ovest da segnalare anche Luigi Rossi (Direttore di Zona Distretto Piana di Lucca), Gian Luca Benetti (Direttore Pediatria di Cecina-Piombino-Portoferraio), Riccardo Cecchetti (Direttore Medicina Interna Portoferraio), Angelo Testa (Responsabile Pronto Soccorso Portoferraio), Moira Borgioli (Dirigente Infermieristico Area Nord) e Paolo Galoppini (Dirigente Infermieristico Area Sud).
Scarica il programma completo.
(Pierpaolo Poggianti)

File allegati :
Programma Congresso ANSPI Pisa 2018.pdf

Commenta: